Coronavirus. Arrivato a Troina un primo lotto di tamponi per la popolazione

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Arrivato stamane al palazzo municipale, da parte dell’Asp di Enna, un primo lotto di tamponi rinofaringei, da testare sulla popolazione, per accertare ulteriori casi di contagio da Covid-19, oltre ai 162 già accertati tra pazienti e dipendenti dell’Irccs “Oasi Maria Santissima”.

Ad annunciarlo, il sindaco Fabio Venezia, a seguito delle numerose richieste inoltrate nei giorni scorsi all’Azienda Sanitaria, con cui si sollecitava, vista l’eccezionale e particolare gravità della situazione locale, di sottoporre a test anche i molti cittadini che nel mese di marzo sono rientrati a Troina dal nord Italia e che hanno già concluso il periodo obbligato di quarantena, coloro che si trovano in isolamento obbligato nella propria abitazione perché conviventi con soggetti positivi, quelli che presentano sintomatologia da Covid-19 e quanti, per lavoro e funzione, non possono rispettare le misure di distanziamento sociale.

Grazie ai tamponi inviati dall’Asp, cui si sommano anche altri messi a disposizione dall’Oasi di Troina ed in attesa di un ulteriore lotto, a partire da domani mattina e per i prossimi giorni, verranno dunque effettuati i primi test sulla popolazione troinese.

Si procederà in ordine cronologico, di concerto con le linee guida concordate con l’Ufficio di Igiene Pubblica dell’Asp, che ha fornito 2 diversi elenchi di cittadini da sottoporre a tampone, dai quali si comincerà fino ad esaurimento: soggetti a stretto contatto con positivi al Covid-19, come familiari e conviventi, e soggetti rientrati a Troina a marzo, provenienti al di fuori della Sicilia, molti dei quali dalle “zone rosse” del Nord, che hanno già concluso il periodo di quarantena previsto dalla legge.

I cittadini che dovranno sottoporsi a tampone, saranno direttamente contatti dalla Protezione Civile Comunale, che comunicherà loro data, ora e luogo in cui presentarsi.
Per i successivi, si attende l’arrivo di un ulteriore congruo lotto di tamponi, che saranno effettuati a scorrimento dai due elenchi.

Ringraziamo i vertici dell’Asp di Enna per la sensibilità e l’attenzione dimostrata per la nostra città – dichiarano il sindaco Fabio Venezia ed il vice sindaco Alfio Giachino – , ma questi tamponi purtroppo non bastano. Ne servono molti altri ancora”.

 

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: