Coronavirus, emessi a Enna tre fogli di via nei confronti di cittadini rumeni presenti in città senza giustificazione

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nella mattinata del 12 marzo,  nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio per la prevenzione del contagio da “coronavirus”, disposti dal Questore di Enna Corrado Basile, gli agenti della Sezione Polizia Stradale di Enna procedevano al controllo di  un’autovettura con a bordo tre soggetti di nazionalità romena.

I tre romeni, alla vista degli agenti, dopo aver inizialmente rallentato la marcia, si davano a precipitosa fuga, non ottemperavano all’alt disposto dai poliziotti.

Prontamente, grazie anche al sopraggiungere di una pattuglia di altra forza di polizia che si poneva all’immediato inseguimento ed al fermo dell’autovettura, i poliziotti della Stradale riuscivano ad effettuare un accurato controllo degli occupanti del veicolo, dal quale si riscontrava che i tre cittadini della Romania, residenti a Cerignola (FG), percorrevano le vie della città di Enna, senza alcun giustificato motivo, così come previsto dalle recenti norme.

I soggetti, poiché sprovvisti di documenti di identificazione, venivano accompagnati presso gli Uffici del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica per procedere all’esatta identificazione.

Di seguito alle incombenze di rito, M.G. classe 98, B.T. classe 79, e B.M.M. classe 98 venivano segnalati all’Autorità Giudiziaria per il reato di cui all’art. 650 del C.P. (“inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità”); M.G., in qualità di conducente del veicolo, risultato sprovvisto di valida patente di guida, poiché mai conseguita, veniva inoltre denunciato all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di cui all’Art. 116/15° e 17° del Codice della Strada.

In relazione alla condizione che i soggetti non giustificavano la loro presenza nel territorio ennese, né per situazioni afferenti la sfera lavorativa nè per quella personale, il Questore di Enna, tramite la dipendente Divisione Polizia Anticrimine, notificava agli stessi i provvedimenti di foglio di via obbligatorio corredati dal divieto di ritorno nel comune di Enna per tre anni.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: