Coronavirus. Il mondo delle imprese chiede agli amministratori dei Comuni ennesi la riduzione delle tasse comunali

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con una lettera aperta indirizzata agli 20 amministratori dei Comuni ennesi, le organizzazioni Casartigiani, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Cna e Unimpresa, in rappresentanza del comparto imprenditoriale della provincia, chiedono una riduzione delle aliquote Imu e Tasi per salvaguardare il sistema produttivo dell’intera provincia di Enna.

“In questi anni le imprese hanno sostenuto un importante peso fiscale che, in particolare per la piccola impresa, è stimato da diversi osservatori e centri studi nel 60% del reddito di impresa, con percentuali maggiori nelle regioni del sud. Anche gli Enti locali svolgono un ruolo importante nell’imposizione fiscale subita dalle imprese, infatti le imposte locali sono ai massimi livelli in quasi tutti i Comuni.

Al netto di tutte le giustificazioni che possono portare al massimo le imposte, appare evidente che lo scenario economico che abbiamo davanti ci obbliga a chiederVi di abbassare le aliquote. A seguito della diffusione del cosiddetto “coronavirus” viviamo momenti di enorme difficoltà. Ci sono interi settori produttivi che stanno collassando in tutto il territorio nazionale determinando provvedimenti urgenti da parte del Governo, e oramai diversi Osservatori internazionali e autorevoli Ministri usano quotidianamente il termine recessione.

Tutto questo ci obbliga in modo unitario e in rappresentanza del comparto imprenditoriale, a chiedere alle comunità ed a chi le amministra una riflessione sulla tutela dei propri sistemi produttivi, che presto si troveranno a fronteggiare una importante crisi di liquidità, e che necessitano di risorse per programmare la propria sopravvivenza.

Vi chiediamo di attivarvi per un provvedimento di riduzione delle aliquote di IMU e Tasi, per gli immobili che costituiscono beni strumentali per l’esercizio dell’attività d’impresa, nonché di rivedere i regolamenti che disciplinano i vari tributi locali a carico delle attività produttive e la loro entità”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: