Coronavirus. La solidarietà è di casa a Nicosia con la Confcommercio ed altre associazioni in prima fila

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nei momenti difficili e particolari escono fuori gesti solidali che forse non ci aspettavamo e che in queste settimane di emergenza coronavirus abbiamo più volte raccontato. Nonostante le tante difficoltà economiche in cui si trovano le forze economiche di Nicosia, commercianti, artigiani, autonomi e professionisti, la gara di solidarietà nei confronti dei meno fortunati e di coloro che si trovano in gravi difficoltà economiche non si ferma.

Dopo la raccolta alimentare nei confronti degli operatori economici in difficoltà e l’iniziativa di consegna a domicilio di beni prima necessità, altre due iniziative sono stata messe in campo in questi giorni da parte della Delegazione nicosiana di Confcommercio. La prima prende il nome di “Aiutaci a riempire la borsa solidale”. E’ il presidente dio Confcommercio Nicosia, Antonio Insinga, ad illustrare questa iniziativa: “Con le riaperture dei negozi di abbigliamento per bambini e neonati, in questo momento di grande difficoltà, abbiamo pensato con la collaborazione delle attività indicate nella locandina, di fare una raccolta indumenti per i “piccoli” bisognosi; come l’altra che ancora ad oggi continua, ovvero quella della raccolta viveri, sarà gestita pure da noi Confcommercio Nicosia totalmente nel rispetto della privacy. Quindi invitiamo a tutte le persone che possono, ad andare nelle relative attività aderenti, e fare anche un piccolo acquisto per poter rendere felici tutti quei bambini che in questo momento non possono capire le difficoltà, che magari un genitore sta affrontando”.

Ma la solidarietà non si ferma ed ancora Confcommercio Nicosia mette in piedi un’altra iniziativa che questa volta riguarda il materiale didattico con “Lo zaino solidale”. Ancora una volta il presidente Antonio Insinga illustra a nome di Confcommercio questa iniziativa: “Con grande orgoglio abbiamo accolto un’altra bellissima iniziativa del nostro paese, ovvero delle cartolibrerie locali che si mettono a disposizione per iniziare anche loro una raccolta di materiale didattico per le famiglie in difficoltà, con la grandissima collaborazione della Croce Rossa di Nicosia, che non smetteremo mai di ringraziare, per il loro impegno in prima linea in un periodo di grande sofferenza”.

Le notizie positive non si fermano e per i commercianti nicosiani ci sono altre novità che provengono dal sindaco Luigi Bonelli e dalla sua amministrazione che insieme ai giovani dell’Associazione TuTer, che coordina la raccolta fondi del Presidio Ospedaliero Basilotta, consegneranno a tutti i commercianti mascherine e guanti.

Un altro bellissimo segnale della nostra amministrazione locale – afferma il presidente Insinga – che sempre più crede nel nostro paese e nei propri cittadini. Inoltre volevamo ringraziare i medici, infermieri, forze dell’ordine, farmacisti, impiegati dei supermercati e tutti quelle persone che in questo momento si trovano in prima linea a combattere questo mostro. Sperando che molto presto ritorneremo alla normalità”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: