Coronavirus. L’invito dei sindaci dell’Unione Madonie: “continuare a mantenere l’allerta”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Dopo le feste, con la ripresa delle normali attività, il rischio di una impennata dei contagi è dietro l’angolo. L’inizio della vaccinazione è il punto di partenza per arrivare all’immunità di gregge ma ci vuole tempo ed è per questo motivo che bisogna continuare a mantenere l’allerta. Questo è un momento delicato per cui oltre alle restrizioni e ai controlli delle forze dell’ordine, è necessario che ognuno faccia la propria parte comportandosi responsabilmente per tutelare la salute di tutti e soprattutto degli anziani e delle persone più a rischio. Si invitano pertanto tutti i cittadini a mettere in pratica alcune semplici regole che possono ridurre il rischio contagio come ad esempio un uso corretto della mascherina, il distanziamento sociale ed evitare assembramenti”

Ad affermarlo è il presidente dell’Unione delle Madonie Pietro Macaluso e l’intera giunta della quale fanno parte Giuseppe Minutilla (sindaco di San mauro Castelverde), Giuseppe Scialabba (assessore di Pollina), Daniela Fiandaca (vicesindaco di Castellana Sicula), Pier Calogero D’Anna (sindaco di Bompietro), Michele Panzarella (sindaco di Aliminusa) e Nicasio Di Cola (sindaco di Caccamo).

Prima delle festività natalizie i sindaci dell’area interna delle Madonie avevano adottato una linea comune per limitare il diffondersi dei contagi del Covid-19.  Per evitare di avere regole diverse tra territori limitrofi, i primi cittadini dell’Unione delle Madonie avevano stabilito alcune indicazioni comuni, da inserire nelle proprie ordinanze, in aggiunta alle misure emesse dal Governo centrale e regionale.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.