Coronavirus Lombardia, 546 morti in un giorno e totale sale a 3095

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



CRONACA





Coronavirus Lombardia, 546 morti in un giorno e totale sale a 3095


Aumentano ancora i morti e i contagiati da Coronavirus in Lombardia. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 546, per un totale di 3095. Lo ha reso noto l’assessore al Welfare, Giulio Gallera. I positivi sono 25515, in aumento di 3251 rispetto a ieri. Le persone ricoverate sono 8258 (523 in più), i pazienti in terapia intensiva 1093. “Ci avevano detto che i giorni più duri dopo l’introduzione delle misure sarebbero stati sabato e domenica e devo dire che purtroppo avevano ragione. I dati che proponiamo sono tutti in forte crescita. Il dato relativo ai decessi è sicuramente quello che ci fa più male”, ha sottolineato Gallera. Una “bella notizia” c’è, ha evidenziato l’assessore lombardo, ed è quella che riguarda “l’incremento dei pazienti dimessi e guariti clinicamente: sono 2139”.


I dati di oggi sulla diffusione del coronavirus in Lombardia “sono in forte crescita”, ma “non ci devono gettare nello sconforto. Ci devono invece portare a una determinazione ancora più forte”. “E’ una battaglia che dobbiamo vincere e ognuno deve mettersi nella condizione di vincere questa sfida, di non essere contagiato e di non contagiare nessuno”, ha aggiunto Gallera.



“I medici cubani sono una straordinaria opportunità. Fra qualche ora saranno in aereo e arriveranno domani alle 18.30 all’aeroporto di Malpensa. Li andremo a prendere e li porteremo direttamente a Crema”. “Lunedì, dopo un piccolo momento di formazione, inizieranno a lavorare all’ospedale da campo che sarà pronto entro domani”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.




[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: