Coronavirus. Nuove misure restrittive emesse dal sindaco di Nicosia, su esercizi commerciali, funerali, scuole e accesso in alcuni luoghi

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Per il contenimento della situazione epidemiologica coronavirus, il sindaco di Nicosia, Luigi Bonelli, il 17 novembre ha emesso un’ulteriore ordinanza restrittiva che prevede diverse misure.

Un settore regolamentato dall’ordinanza riguarda gli esercizi commerciali. L’accesso ai supermercati di medie e grandi dimensioni potrà avvenire esclusivamente secondo il seguente calendario settimanale: lunedì e giovedì potranno recarsi i cittadini con l’iniziale del cognome dalla lettera A alla lettera E; martedì e venerdì i cittadini con l’iniziale del cognome dalla lettera F alla lettera M; mercoledì e sabato i cittadini con l’iniziale del cognome dalla lettera N alla lettera Z. In ogni caso potrà recarsi ad effettuare gli acquisti, fruendo dei turni suddetti, esclusivamente un solo componente del nucleo familiare, ossia l’intestatario della scheda di famiglia, ovvero un delegato nel caso di impedimento.

Sono esclusi i panifici e i piccoli esercizi con caratteristiche di esercizio di vicinato; resta esclusa in ogni caso dalle medesime limitazioni la vendita mediante consegna a domicilio che, viceversa va incoraggiata ed agevolata.

Gli utenti dovranno indossare sia all’interno che all’esterno di tutti gli esercizi commerciali, di piccole, medie e grandi dimensioni idonei presidi di protezione rispettando comunque le distanze di sicurezza.

All’ingresso di tutti gli esercizi commerciali andrà esposto un cartello visibile con l’indicazione del numero massimo di utenti che possono essere ammessi all’interno in contemporanea.

È disposta la chiusura domenicale di tutti gli esercizi commerciali, eccezion fatta per le farmacie, le edicole e le rivendite di tabacchi, nonché per i servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie) che potranno comunque svolgersi esclusivamente mediante consegna a domicilio, ovvero per asporto.

È fatto obbligo ai titolari dei bar e degli altri esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, anche dove è consentito l’asporto, di rimuovere tutti i tavoli e le sedie eventualmente posti all’esterno dei locali medesimi onde evitare che gli avventori possano stazionare.

Un altro settore regolamentato riguarda i funerali La partecipazione alle veglie funebri presso l’abitazione del defunto o in altro luogo è consentita esclusivamente ai parenti stretti, con assoluto divieto di seguire cortei e di presenziare alla tumulazione (sempre salvo per i parenti stretti, e comunque nel numero massimo di quindici persone) e con l’obbligo di immediata dispersione dei partecipanti al termine delle cerimonie funebri.

Per quanto riguarda le scuole, l’ordinanza prevede che in prossimità dei plessi è consentita la fermata esclusivamente per il tempo strettamente necessario ad accompagnare e prelevare l’alunno, senza stazionare oltre ed evitando di intrattenersi in alcun modo con altre persone. In via generale si intende come “assembramento” sanzionabile lo stazionamento ingiustificato di più persone (anche in numero di tre) in luogo pubblico o aperto al pubblico.

Infine, regolamentato l’accesso in alcuni luoghi di Nicosia. Fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private, nonché per la sosta delle auto, dove consentita, sono chiusi al pubblico durante l’intero arco delle ventiquattro ore i seguenti luoghi: Largo del Mercato (ex pescheria); via Belviso (piazzale della Croce); via Gabriello Bonomo; parco urbano del Castello; via Beato Felice (adiacenze dell’ex Casa Circondariale); via Regina Elena; intera zona ex Educatorio (rimane consentita la sosta dei veicoli); largo San Vincenzo; largo Mortificati; adiacenze dell’ex ufficio postale in via Carlo V; piazza dell’Orologio.

È obbligatorio indossare continuativamente la mascherina di protezione in tutti i luoghi all’aperto.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it