Coronavirus, quarto morto in Italia

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



CRONACA





Coronavirus, quarto morto in Italia


Ancora una vittima per coronavirus. È un 84enne ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo il quarto morto in Italia e terzo decesso in Lombardia. Ieri a morire era stata una donna, un’anziana paziente oncologica di Cremona in una situazione clinica già difficile.


“Il numero di contagiati sta aumentando, siamo attorno a 150″ nella “sola Lombardia, sono dati che abbiamo avuto qualche minuto fa”. Lo dice il governatore lombardo Attilio Fontana, ai microfoni di Rtl 102.5. Il presidente della Regione Lombardia si dice comunque ottimista, “siamo convinti che le misure che abbiamo adottato riusciranno a frenare il numero di contagi, siamo sulla strada giusta” e “ci siamo attenuti ai pareri di medici e scienziati”. “Credo che con queste misure, nello spazio di qualche giorno, inizierà a ridursi la diffusione del virus”, aggiunge. Sulla polemica politica, in particolare sul botta e risposta tra il premier Giuseppe Conte e Matteo Salvini, “preferisco non entrare – dice il governatore – adesso sono impegnato sull’emergenza, quando finirà… allora dirò la mia”.
“Ultimo aggiornamento dalla sala operativa alle 9,10 i contagiati sono 165 e numero sta ancora aumentando ma siamo convinti che con l’ordinanza condivisa ieri con scienziati, medici e infettivologi dai prossimi giorni la diffusione inizierà a rallentare e a sospendersi”, ha detto ancora Fontana.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.




[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: