Coronavirus. Si trova a Bologna il primo vaccinato nicosiano d’Italia

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ARTICOLO PUBBLICATO IL 27 Dicembre 2020

Dopo esserci occupati della storia di Mirko Ridolfo, il giovane dirigente nicosiano che a Londra ha ricevuto il vaccino della Pfizer, nel giorno del “V-Day” ci occupiamo del primo nicosiano che presumibilmente in tutta Italia riceverà nella giornata odierna, domenica 27 dicembre, il vaccino.

Franco Di Fini Nardo ha 49 anni, nel 1995 si è diplomato come infermiere presso l’ospedale “Carlo Basilotta” di Nicosia, dal 1998 lavora come infermiere a tempo indeterminato nell’Azienda Usl di Bologna.

L’infermiere Franco Di Fini Nardo ha chiesto di essere inserito tra i vaccinatori che dall’inizio di gennaio saranno impegnati nella campagna di vaccinazione. A partire dalle 14 a Bologna, presso l’Autostazione, saranno 225 i vaccinati tra medici e infermieri dei servizi di emergenza, medici Usca, operatori reparti covid e i vaccinatori delle aziende sanitarie cittadine, tra questi ultimi rientra proprio l’infermiere nicosiano Di Fini Nardo, inoltre, verranno vaccinati anche 50 operatori della Casa di Residenza Cardinal Giacomo Lercaro. Tra 21 giorni queste 225 persone saranno sottoposti al richiamo così come previsto dal protocollo di vaccinazione.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it