Coronavirus. Sindaco ed assessori donano una mensilità della loro indennità per acquistare l’apparecchiatura per l’analisi dei tamponi

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Continua a Nicosia la gara di solidarietà per il potenziamento dell’ospedale di Nicosia con le donazioni per l’acquisto di apparecchiature.

L’enorme ritardo accumulato in questi giorni nell’esito dei tamponi per rilevare la positività al coronavirus, ha fatto in modo che il sindaco ed i cinque assessori della giunta decidessero a rinunciare ad una mensilità della loro indennità di carica per acquistare l’apparecchiatura necessaria per poter analizzare i tamponi e scoprire la positività o la negatività dei pazienti al covid-19. Si tratta, secondo le ultime determine dirigenziali di liquidazione delle indenniità, di oltre 9.000 euro.

“L’intera cittadinanza è seriamente preoccupata per l’assenza di notizie certe sugli esiti dei tamponi eseguiti nelle scorse settimane, nonché per la mancata esecuzione degli esami ai nostri concittadini (circa 200) che da giorni hanno completato la quarantena. – affermano i componenti dell’amministrazione comunale di Nicosia –

L’effettiva possibilità di effettuare un cospicuo numero di tamponi e la tempestività dei relativi esiti costituirebbe un fattore di sicuro monitoraggio della situazione in funzione di una più rapida e sicura ripresa della quotidianità sociale ed economica della nostra comunità.

Le Istituzioni preposte, nonostante gli sforzi, non riescono a fornire una rapida e concreta risposta alle incessanti pressioni che da questa Amministrazione sono rivolte ormai da settimane.

Non riceviamo alcun segnale che ci induca a confidare nella pronta risoluzione di tale problematica, né risulta che eventuali altre istanze abbiano sortito alcun esito concreto.

A questa necessità, attuale e concreta, vogliamo fare fronte donando una mensilità della nostra indennità di carica per acquistare l’apparecchiatura necessaria all’esecuzione delle analisi sui tamponi che entro i prossimi dieci giorni contiamo di mettere a disposizione del nostro P.O. “Basilotta” ove sono presenti e disponibili le professionalità idonee ad eseguire tutti gli esami.

Ancora una volta, chiediamo ai dirigenti della nostra ASP una concreta e fattiva collaborazione, così come già avvenuto con successo per l’istituzione dei quattro posti di terapia intensiva.  Nicosia, diventata una vera comunità solidale e responsabile, vuole ancora una volta dare risposte immediate e necessarie per la tutela della salute. 

Al nostro acquisto si aggiungerà quello dei kit contenenti i tamponi che sarà finanziato dalle donazioni dei cittadini, raccolte dal Comitato che ha fatto si che i quattro posti di terapia intensiva divenissero realtà.

L’impegno profuso quotidianamente per la comunità nicosiana è l’unica risposta che vogliamo dare a tutti coloro che pretestuosamente innescano polemiche quotidiane.  – concludono sindaco e giunta –

Ringraziamo i consiglieri comunali di maggioranza che hanno manifestato solidarietà e fiducia al sindaco e alla giunta e che vogliamo ricambiare con altrettanta fiducia perché insieme a loro e ai cittadini lavoreremo per la rinascita di Nicosia.

Il Sindaco e la Giunta”

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: