Coronavirus, tamponi solo ai sintomatici

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Coronavirus, tamponi solo ai sintomatici


Dodici vittime e 400 contagiati. Questo il bilancio, finora, della diffusione del coronavirus in Italia. Ultimo a morire ieri, il primo in Emilia Romagna, un 69enne del lodigiano già affetto da importanti patologie pregresse. Proveniente da uno dei comuni della ‘zona rossa’ lombarda, era stato ricoverato all’ospedale di Piacenza, poi trasferito in terapia intensiva a Parma.


Di ieri la decisione di effettuare tamponi solo ai soggetti sintomatici. “Confermo che la larghissima parte dei tamponi realizzati, diciamo più del 95%, ha dato esito negativo”, questo conferma che “il rischio di contagiosità è elevato nei soggetti sintomatici, mentre è marcatamente più basso nei soggetti asintomatici“, ha spiegato infatti Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css), nel suo intervento alla conferenza stampa quotidiana della Protezione civile, aggiungendo che “questo supporta la scelta di riservare i tamponi solo ai soggetti sintomatici, anche perché siamo ancora in un periodo di pandemia di altre infezioni virali e quindi vanno escluse anche queste, prima di procedere con la realizzazione dei tamponi. Così – ha sottolineato Locatelli – ci si focalizzerà solo sui soggetti sintomatici”.



Con i due coniugi cinesi che sono ricoverati allo Spallanzani, salgono intanto a tre i guariti. “Abbiamo 400 contagiati”, ha detto ieri il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus Angelo Borrelli, aggiungendo che “meno del 4% dei tamponi hanno dato esito positivo”. “Oltre la metà dei positivi non hanno bisogno di cure ospedaliere e gli affetti da coronavirus hanno in 4 casi su 5 dei sintomi lievi”, ha aggiunto. Quattro i minori che risultano contagiati in Lombardia. Si tratta di una bambina di 4 anni, due bambini di 10 e un 15enne. “Due sono stati dimessi e due sono in ospedale ma stanno bene. Tutti provengono dalla zona di Codogno”, ha detto all’Adnkronos Salute Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: