Coronavirus, verso richiesta sforamento deficit più corposa a Ue

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



POLITICA





Coronavirus, verso richiesta sforamento deficit più corposa a Ue


Un’unica richiesta, evitando di vedersi costretti a tornare a bussare alle porte dell’Ue. Al tavolo del Cdm in corso a Palazzo Chigi oggi si discute la relazione al Parlamento sullo scostamento dagli obiettivi programmatici di bilancio per liberare le risorse con cui coprire le misure che entreranno nel decreto a sostegno dei settori travolti dall’emergenza coronavirus. Gli iniziali 3,6 miliardi di cui si parlava nei giorni scorsi, pari allo 0,2% del Pil, sembrano ormai una ‘quota’ superata.


C’è pressing nel governo per alzare l’asticella, considerando i contraccolpi economici del Covid-19 – pesantissimi – che l’Italia vede all’orizzonte. Alcune fonti di governo parlano di 4,2-4,5 miliardi, la viceministra dell’Economia Laura Castelli, oggi in un’intervista sulle pagine del Messaggero, ha indicato addirittura 5 miliardi. E c’è chi, nelle file del M5S, vorrebbe addirittura uno sforzo aggiuntivo. Ieri il premier, nel suo video su Facebook rivolto agli italiani, ha detto chiaro e tondo che l’Italia “chiederà tutta la flessibilità di cui ha bisogno”. Nel Cdm in corso, viene spiegato da fonti interne, il punto non è stato ancora dibattuto, segno che la riunione potrebbe protrarsi ancora a lungo.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.




[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: