Crisi governo, Pd: "Disponibili a sostenere Conte premier"  

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Il leader del Pd dopo le consultazioni al Quirinale: “‘Governo con ampia e solida maggioranza parlamentare”

alternate text
(Foto Quirinale)
(Adnkronos)

C’è la “disponibilità a sostenere Conte premier”. Così il segretario del Pd Nicola Zingaretti al termine delle consultazioni al Quirinale con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Con il segretario Zingaretti, al Colle sono saliti i capigruppo di Senato e camera, Marcucci e Delrio, la presidente dem Valentina Cuppi e il vicesegretario Orlando.


Leggi anche
  • Crisi governo Conte, consultazioni: news di oggi

  • Renzi: “Meglio governo politico ma sì anche a istituzionale”

“Auspichiamo una soluzione della crisi in tempi rapidi e abbiamo indicato al presidente della Repubblica, la disponibilità del Pd a sostenere l’ipotesi di un reincarico al presidente Giuseppe Conte, che si è confermato, anche nel recente voto di fiducia in Parlamento, un punto di sintesi e di equilibrio”, ha detto Zingaretti. “Sostenere un incarico – ha aggiunto – sostenendo l’appello di Conte nella direzione della responsabilità nazionale, un governo che possa contare su un’ampia e solida base parlamentare, che sia nel solco della migliore tradizione europeista e che si impegni nella missione di un rilancio e rinnovamento delle istituzioni europee”.

“Un governo che sia in grado di affrontare le grandi emergenze poste dalla pandemia, dal punto di vista sanitario e sociale e dello sviluppo, a cominciare dall’attuazione delle opportunità che l’Europa ci offre”. Un governo, ha insistito Zingaretti, “che realizzi le riforme istituzionali, della macchina pubblica, della giustizia, di cui il Paese ha bisogno per ripartire in fretta.

“Sono compiti chiari e possibili: combattere la pandemia, continuare la campagna vaccinale, coinvolgere il Paese nella sfida del rilancio, attuare Next generation Ue per la crescita, il lavoro e i giovani, mettere in sicurezza, la scuola, l’università e la ricerca; varare una riforma e una riorganizzazione complessiva delle politiche attive per il lavoro e approvare, finalmente, riforme istituzionali che diano il efficienza allo Stato. A cominciare da una nuova legge elettorale – ha aggiunto il segretario Pd – di stampo proporzionale”.

“Reputiamo questa una sfida possibile, credibile e che potrà chiamare a raccolta tutte le energie disponibili del Parlamento. Il Pd si farà carico con responsabilità di questa missione per aiutare l’Italia ad uscire a testa alta da questo momento buio che noi abbiamo contrastato e che noi non abbiamo certo voluto”, ha concluso Zingaretti.



Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.