“Dati problematici, l’Italia è ferma”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Pil, Salvini: Dati problematici, l'Italia è ferma


“I dati economici usciti oggi sono problematici, con il Pil con il più forte calo da sette anni. L’Italia è ferma“. E’ quanto ha detto il leader della Lega Matteo Salvini a Milano. “Anche da questo punto di vista c’è qualcuno che non sta facendo quello che deve”.


VIRUS CINA – L’epidemia di coronavirus cinese “ormai è diffusa in tutti i continenti e quindi chiedo in rigoroso controllo medico di chiunque arrivi in Italia con qualunque mezzo”. “Contiamo che il governo controlli ogni singolo ingresso in Italia via mare, via aereo o via terra“. “Mi sembra evidente che nei giorni scorsi qualcuno non abbia valutato con la tempestività del caso quello che rischiavamo di portarci in casa dalla Cina. Mi sembra chiaro che qualcuno ha perso tempo”.



LA CITOFONATA – Con la sua citofonata Matteo Salvini non ha rovinato la vita al 17enne di Bologna, come denunciato dal ragazzo in una intervista telefonica. “Assolutamente no”, ha risposto Salvini a Milano a chi gli chiedeva se avesse rovinato la vita al ragazzo, sospettandolo di spacciare droga. “Non ho visto il video e non guardo alcune trasmissioni”, ha aggiunto.


BREXIT – Oggi “è un giornata importante per la democrazia. Nel Regno Unito il voto popolare conta ancora qualcosa e la volontà popolare viene rispettata. In Italia questo non sta accendendo”. “Mi sembra che l’economia britannica sia in miglior salute di quella italiana. Ma non lavoro perché l’Italia esca da alcunché, lavoro per cambiare le regole che in questo momento non stanno aiutando l’economia italiana” conclude.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: