Disavventura di un gruppo di turisti nicosiani alla Villa romana del Casale

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Villa romana del Casale è uno dei siti Unesco più importanti in Sicilia e rappresenta senz’altro uno dei tesori storico-artistici ed un luogo turistico d’eccellenza per l’intera provincia di Enna.

Purtroppo la presenza sul luogo di un branco incontrollato di can randagi ha reso particolarmente difficile la visita di questi luoghi da parte di un gruppo di turisti nicosiani.

Intorno alle 21 di ieri sera (6 agosto ndr) – ci racconta il capofamiglia – siamo usciti dalla villa romana e siamo stati circondati da un branco di cani randagi, circa sei o sette, che stavano per aggredire me ed i miei familiari. Per fortuna li ho allontanati, ma purtroppo non ho potuto segnalare l’accaduto a chi di dovere, in quanto sul luogo non erano presenti pattuglie delle forze dell’ordine. Ho parlato con gli esercenti, venditori di souvenir e mi hanno confermato che da tempo sul sito non si vedono rappresentanti delle forze dell’ordine, anzi ad una certa ora, nonostante la villa sia ancora aperta, l’illuminazione pubblica si spegne facendo piombare nel buio più totale l’intera zona. Conclude il turista nicosiano – E’ un vero peccato che questo luogo splendido e storicamente importante sia lasciato all’incuria e sia preda di cani randagi che spaventano i turisti in visita”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: