Distribuzione alimentare: il sindaco di Nicosia chiarisce alcuni aspetti – VIDEO

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dall’1 aprile è iniziata a Nicosia la presentazione delle domande per la distribuzione di alimenti nei confronti di nuclei familiari in stato di indigenza a causa dell’emergenza coronavirus. Aiuti finanziati dal governo nazionale e regionale. Per averne diritto occorre presentare o in comun e o meglio on line una domanda.

Nelle ultime ore però gira su whatsapp un audio realizzato da un consigliere comunale che invita chiunque a presentare la domanda, anche persone non indigenti. Il sindaco Luigi Bonelli e la sua giunta hanno preso le distanze da questo audio fuorviante e ribadisce che le domande devono essere presentate solo da chi si trova realmente in stato di indigenza, eventuali dichiarazioni mendaci saranno punite con denunce agli organi di polizia.  I buoni previsti sono da 150 euro per i singoli, 250 euro per nuclei con due persone e 350 euro per nuclei con più di due persone. le domande saranno valutate dal dirigente dei servizi sociali e dal sindaco.

Il primo cittadino invita la popolazione ad avere la massima fiducia nelle istituzioni.

Sono allo studio da parte dell’amministrazione comunale di ulteriori strumenti in aiuto dei cittadini che riguardano la riduzione, l’azzeramento o il rinvio dei pagamenti delle tasse comunali. L’istituzione di cantieri di lavoro che dopo l’emergenza daranno ossigeno all’economia locale.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: