Elezioni regionali in provincia di Enna, il 26 giugno seggio delle primarie PD a Villadoro

Condividi l'articolo su:

Oltre che a Nicosia i simpatizzanti, iscritti ed elettori del PD potranno votare pure nella frazione di Villadoro. Dalle ore 8 alle ore 22 in largo San Giovanni, nei pressi dell’Istituto comprensivo, si terranno le primarie del PD e verrà allestito un gazebo presso il quale sarà possibile recarsi ed esprimere la propria preferenza sulla scelta del candidato che dovrà rappresentare il PD della provincia di Enna alle imminenti elezioni  regionali  d’autunno.

Alla consultazione, così come peraltro previsto dallo statuto nazionale del PD, hanno diritto ad esprimere la loro preferenza le cittadine e i cittadini italiani nonché le cittadine e i cittadini dell’Unione Europea residenti nella provincia di Enna che dichiarino di riconoscersi nella proposta politica del partito e di sostenerlo alle elezioni. Possono votare anche i giovani che compiranno 18 anni nel 2022.

Tre sono i candidati in provincia di Enna: Giuseppe Arena, Filippo Miroddi e Fabio Venezia. Proprio sull’attuale sindaco di Troina, Fabio Venezia, si è concentrato l’appoggio del circolo PD di Nicosia. Il primo cittadino di Troina in questi giorni è impegnato in un tour di presentazione della sua candidatura in tutta la provincia

A Villadoro è il consigliere comunale Domenico Scavuzzo a spiegare le ragioni del suo appoggio al candidato Fabio Venezia. “Due i motivi principali. Il primo è che Fabio Venezia rappresenta per tutto il territorio ennese e in particolare per la zona nord della provincia di Enna una risorsa, che va al di là del PD, poiché ha dimostrato da tempo le sue le sue capacità. Un esempio per tutti la viabilità della zona nord, delle strade interne, la nord-sud, l’ospedale e tanti altri problemi che oggi affliggono questo territorio, purtroppo da tempo dimenticato. L’altra motivazione è che da qualche decennio si parla di candidature giovani, di svecchiamento della vecchia politica e mandare avanti giovani in politica. Fabio Venezia è un giovane con tanta esperienza dal punto di vista amministrativo e conosciamo le sue lotte per quanto riguarda la legalità. E quindi, chi meglio di lui può soddisfare oggi queste esigenze di mandare avanti giovani in politica, capaci di amministrare e capaci di ascoltare la voce che proviene dai territori. Abbiamo finalmente l’occasione, sostenendo Fabio Venezia, per far convivere insieme queste esigenze”.

 


Condividi l'articolo su: