Emergenza incendi. Grande attenzione sulla riserva di Pergusa

Condividi l'articolo su:

La persistente ondata di calore e con essa l’elevato rischio incendi da bollino rosso, come diramato dalla Protezione civile regionale, che ha esteso il livello di attenzione anche per la giornata di domani su tutto il territorio provinciale, impone un controllo capillare e attento da parte degli organi preposti non solo per prevenire il propagarsi degli incendi ma anche per assicurare un tempestivo intervento e scongiurare il peggio. Attenzione massima in queste ore anche da parte del Libero Consorzio Comunale di Enna sulle aree naturalistiche e principalmente sulla riserva naturale di Pergusa e sul campo di germoplasma di Zagaria, scrigno della biodiversità. Luoghi che per la loro straordinaria peculiarità debbono essere particolarmente tutelati e preservati. Come ordinato dal Commissario straordinario, Girolamo di Fazio, a coordinare le azioni di monitoraggio e di controllo all’interno del compendio di Zagaria con oltre 20 ettari di aree a verde è l’agronomo dell’Ente, Andrea Scoto responsabile e grande conoscitore della Riserva.

La migliore arma contro la devastazione degli incendi è sempre e comunque la prevenzione – commenta Di Fazio – le istituzioni e i cittadini debbono mettere in pratica una serie di azioni a salvaguardia dell’ambiente e della salute. L’esperienza e la professionalità maturata in questi anni –  commenta Di Fazio –  ha permesso, all’Ente, di mettere in sicurezza l’area grazie ai preventivi interventi agronomici o meglio alla buona pratica agronomica avviata dal responsabile della riserva che ha consentito di contenere lo sviluppo della vegetazione infestante, condizione indispensabile per arginare il propagarsi del fuoco. Oggi è il momento di garantire massima sorveglianza per preservare un bene così prezioso“.

A monitorare e perlustrare l’area fino al cessare dell’emergenza anche Protezione civile regionale, l’Ispettorato Forestale e il personale della Polizia Provinciale che pattuglierà la riserva per tutto il mese di luglio.

Stiamo mettendo in campo – commenta Scoto – un lavoro di sinergia e di collaborazione con gli enti preposti e con i cittadini con l’obiettivo comune di preservare e tutelare un patrimonio ambientale unico con forte identità territoriale sempre più messo a rischio dai cambiamenti climatici“.

Il responsabile della riserva fa appello alla collaborazione attiva dei proprietari dei fondi ricadenti nell’area pergusea invitandoli al rispetto delle ordinanze sindacali riguardanti la pulizia dei fondi per prevenire e scongiurare la propagazione degli incendi.

Solo se insieme alziamo i livelli di guardia si può sperare di contrastare questo fenomeno contenendo così danni irreversibili per la salute dell’ambiente“. ​

 


Condividi l'articolo su: