“Emergenza non è finita, mascherine anche all’aperto”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



POLITICA





Speranza: Emergenza non è finita, mascherine anche all'aperto


“Il quadro internazionale, europeo e nazionale segnala una mutazione di fase rispetto ai mesi passati”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, nelle sue comunicazioni alla Camera sul contenuto dei provvedimenti di attuazione delle misure di contenimento per evitare la diffusione di Covid-19. “Nel mondo – ricorda – ci sono stati più di 35 milioni di contagiati e un milione di morti”.


“L’Italia è tra i grandi Paesi europei, insieme alla Germania, che sta reagendo meglio a questa seconda ondata. Ma sarebbe sbagliato pensare di esserne fuori. Sarebbe una valutazione priva di fondamento” avverte Speranza invitando a non farsi illusioni di questo tipo.



E spiega che “nel Dpcm che ci accingiamo ad adottare, valutiamo l’estensione dell’obbligo delle mascherine anche all’aperto”. “Le mascherine – sottolinea – sono il primo strumento essenziale quando si incontrano persone con cui non si convive”. Da qui l’intento di estendere l’utilizzo “in maniera continuativa anche all’aperto. Dobbiamo continuare sulla linea della prudenza”, esorta il ministro.


SCUOLA – Poi la scuola. “E’ ancora presto per un giudizio definitivo” sulla riapertura delle scuole, “ma i primi dati segnalano un impatto basso e una buona capacità di tenuta” del sistema, sottolineato il ministro della Salute, ricordando i numeri dei contagi nelle scuole diffusi ieri sera dalla collega Lucia Azzolina.


“I casi ci sono, verranno valutati e monitorati. Ma i protocolli individuati e approvati con il voto unanime delle Regioni sono solidi e, se rispettati con vigore, possono consentirci di vincere la partita”, dice Speranza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.






Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.