Enna, le associazioni di volontariato in riunione con l’Azienda Sanitaria per atto aziendale e screening

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Comitato Consultivo Aziendale, composto dai referenti delle associazioni di volontariato impegnate nel campo della salute e dai rappresentanti degli organismi di tutela come gli Ordini Professionali, ha incontrato, mercoledì 23 ottobre, il direttore sanitario, Emanuele Cassarà, su questioni rilevanti che riguardano l’assistenza sanitaria in provincia di Enna.

Il presidente del Comitato, Tommaso Careri, ha ringraziato la direzione aziendale a nome delle associazioni che compongono l’importante organismo previsto dalla legge regionale n. 5/2009 di Riordino del Servizio Sanitario Regionale, organismo chiamato a fornire pareri obbligatori, ma non vincolati, su atti di politica sanitaria delle Aziende.

Il direttore Emanuele Cassarà ha, quindi, illustrato la proposta del nuovo atto aziendale esitata dalla direzione dell’Asp, soffermandosi sull’organigramma, sulla rete ospedaliera e sul nuovo assetto dell’area territoriale che, nel campo dell’assistenza, assume rilevanza strategica per la garanzia della salute, della prevenzione, della cura e della riabilitazione.

I rappresentanti delle associazioni hanno ascoltato con attenzione i dettagli forniti dal direttore sanitario e hanno approfondito alcune questioni relative all’assistenza, in particolar modo, per i pazienti diabetici e per le patologie reumatiche.

All’ordine del giorno, anche la proposta di farsi parte attiva nella campagna di promozione degli screening gratuiti contro i tumori. Sono state invitate le associazioni a continuare a collaborare con l’Azienda nell’ambito degli interventi di comunicazione e sensibilizzazione finalizzati a incrementare le adesioni dei cittadini agli screening gratuiti.

Successivamente, ogni associazione ha presentato le iniziative in corso e quelle in cantiere. Le prime in ordine temporale, tra le altre, saranno a cura dell’Avo, (Associazione Volontari Ospedalieri) dell’Agd, (Ass. Giovani Diabetici), dell’Avis, la cui rappresentante, Giulia Buono, ha ringraziato il presidente, dottor Careri, per il lavoro svolto e dell’Aisf (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica) che ha annunciato l’imminente apertura di uno sportello informativo all’interno del Presidio Ospedaliero Umberto I.

Tra gli eventi prossimi, la giornata Avis dedicata alla donazione del sangue domenica 27 ottobre.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: