Enna, seconda giornata per il Talè Talè Talia. Per gli spettacoli serali debutta al teatro Garibaldi di Enna “Dna- Dove Nasce Ancora”

Condividi l'articolo su:

Sarà “Ficus Spei” della scuola secondaria della scuola secondaria di I grado “Ciro Scianna” di Bagheria (Pa) ad aprire alle 9.30 di martedì 30 aprile   la seconda giornata di sfida tra scuole nel segno della legalità del “Festival nazionale della legalità – teatro scuola Tale’Tale’ Talia.”

Seconda scuola in gara alle 11, con “I have a Dream” portato in scena dal Primo istituto comprensivo ad indirizzo musicale di Gela.

I lavori teatrali degli istituti scolastici e delle scuole di teatro in gara saranno valutati dalla giuria composta dall’attore Carlo Greca, dalla giornalista Angela Montalto e dall’attrice Patrizia Fazzi. Per gli spettacoli serali del festival Tale’ Tale’ Talia, ideato dall’associazione l’Alveare e realizzato con il patrocinio e sostegno economico del comune di Enna, Ersu di Enna ed ARS,condotto da Adriana Tuzzeo, alle 20 e 30 debutterà  ” DNA ” acronimo in questo caso di “Dove nasce ancora ” per la regia di Pierluigi Bevilacqua.

Lo spettacolo inedito proposto adesso gratuitamente  al Garibaldi è una produzione dell’associazione l”Alveare e dell’Ersu di Enna . DNA è un percorso teatrale intensivo incentrato sulle origini.

È un viaggio – spiega il regista Bevilacqua – sulla colpa e sul merito di ciò che siamo. Quelle origini a cui spesso torniamo nonostante il nostro destino o la nostra ambizione ci spingano lontano. Le stesse che malediciamo o difendiamo. Il nostro patrimonio genetico è una storia in continua evoluzione. Ne conosciamo solo l’inizio. Luoghi fisici, odori, abitudini, ritualità gestuale, conoscenza, cultura, costruzione di valori, senso della vita.

“DNA – sottolinea il direttore del festival Paolo Patrinicola –rappresenta non soltanto una delle novità di questa edizione del festival che punta in modo particolare sul talento ennese e sulla riflessione sul tema dell’immigrazione, ma anche una vera e propria sfida. Il gruppo di lavoro ha costruito durante il percorso laboratoriale, giorno per giorno, dal 23 aprile al momento di entrare in scena questa sera, una storia capace di rappresentare ciò che è stato, in questi intensi giorni, condiviso. Per questa opportunità di creare qualcosa di nuovo rendendo protagonisti i giovani ennesi ringrazio l’Ersu di Enna ancora una volta pronto a collaborare per la crescita culturale della nostra comunità.

In scena Alessia Cacciato, Paolo D’Angelo, Rosario Manusè, Fatima Hattay,Martina Bilardo,Carmela Madonia, Nicole Marino, Dario Di Dio, Floriana Sabato.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *