Equipe di medici dell’Ospedale Umberto I salvano la vita ad un disabile, con una lettera aperta la famiglia li ringrazia

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una lettera di ringraziamento scritta dal signor Massimo Greco, a nome dell’intera famiglia, elogia i medici dell’ospedale Umberto I di Enna per l’assistenza ricevuta dal cognato, L.T..

Buongiorno, con la presente il sottoscritto Greco Massimo, in qualità di cognato del Sig. L.T., di anni 42, disabile dalla nascita, affetto da Trisomia da  Cromosoma 18, ringrazia, a nome suo, dei genitori e di tutta la famiglia di Leonardo, i medici e tutto il personale dei reparti da cui siamo stati assistiti.

Di seguito rendo noto i fatti a cui mi riferisco:

In data 23 settembre 2019, ci rechiamo presso l’ambulatorio di otorinolaringoiatria, per una normale visita per Leonardo; il dott. Roberto Falciglia si accorge subito delle condizioni disperate di Leonardo, e d’urgenza ci fa transitare dal Pronto Soccorso con una sua relazione.

Arrivati al Pronto Soccorso veniamo da subito assistiti dal dott. Sebastiano Trovato, che con professionalità e umiltà, immediatamente si prende cura di Leonardo, valendosi anche della consulenza di altri medici dei reparti di Cardiologia, Rianimazione, Malattie Infettive e da chi riteneva utile per fronteggiare al meglio la situazione.

Dopo le varie valutazioni Leonardo viene trasferito al reparto di Rianimazione, dove viene indotto in coma farmacologico fino al 7 ottobre, per poi essere trasferito fino al 19 ottobre e poi dal 23 ottobre al 4 novembre al reparto Malattie Infettive.

Oggi Leonardo sta Clinicamente e Fisicamente BENE

Pertanto desideravamo ringraziare ufficialmente tutti i medici menzionati, tutti i medici e personale della Rianimazione;  tra gli altri, il dott. Guarneri in qualità di direttore U.O. Malattie Infettive, il dott. Fabrizio Pulvirenti per il suo interesse e supporto personale, tutti i medici e il personale del reparto Malattie Infettive, e chiunque non menzionato, perché non ne siamo a conoscenza o non ricordiamo il nome, ma si è preso cura facendo sì che oggi Leonardo sembra essere ringiovanito di un decennio.

Concludo facendomi portavoce di tutta la famiglia, per ringraziare ancora per quanto sopra descritto, per averci ridato Leonardo. Perché le schede o i moduli, non vanno compilati solo per i reclami ma anche per portare a conoscenza della collettività episodi positivi come il nostro”.

Massimo Greco

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: