Europa, i numeri del gioco

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In Italia come in Europa il gioco d’azzardo è molto popolare e con l’avvento della tecnologia anche la variante “digitale” (come avviene del resto in sempre più settori) è riuscita a conquistare l’attenzione dei giocatori. Questo fenomeno, che non accenna a fermarsi né a diminuire, è stato recentemente studiato da alcuni centri di ricerca, che hanno rivelato aspetti tutt’altro che banali del mondo del gioco online.

I numeri del gioco online

Nel 2018 il totale dei giocatori europei online al di sotto dei 28 anni ha generato introiti per 22.2 miliardi di euro, addirittura il 49.2% degli incassi mondiali del settore. I soldi guadagnati invece dal mercato fisico del gioco d’azzardo come lotterie, casinò, etc, hanno raggiunto 73.5 miliardi di euro, cifra davvero considerevole soprattutto in virtù della percentuale (il 76.8%) nella fascia degli under 28.

Tramite sondaggi e statistiche si è inoltre potuto anche verificare quali sono gli ambiti preferiti dagli scommettitori. Lo sport si ritaglia sempre una fetta molto importante raggiungendo addirittura il 42.5%, con i casino online legali e autorizzati al secondo posto a 32.4% e percentuali meno corpose per, rispettivamente, lotteria (12.6%), poker (5%), Bingo (4.3%) e altro (3.2%). I giocatori europei confermano quindi il trend che vede lo sport come il settore più in crescita per quanto riguarda il gioco d’azzardo.

I dati vanno poi a concentrarsi sui mezzi con i quali sono state effettuate le scommesse. Pare infatti che il 57% delle puntate online sia stata fatta da un computer mentre il restante 43% da smartphone e/o tablet. Questi numeri potrebbero sembrare inutili ma in realtà è molto importante capire i dispositivi più usati dagli scommettitori per comprendere anche come ottimizzare le piattaforme a seconda del mercato.

I numeri relativi ai vari paesi Europei e ai guadagni totali

Sempre secondo i dati del 2018 ci si è potuti concentrare su come sia diviso il mercato europeo nei vari paesi. In testa, sui dati del 2018, si trova il Regno Unito con il 34.2% (del resto la passione per le scommesse degli inglese è proverbiale), la porzione per quanto riguarda casinò legali e autorizzati online più vasta nella fascia degli under 28, seguita da Germania e Francia sul podio con 11% e 8.8%. L’Italia si posiziona al quarto posto (8.1%) poco lontana dalle due che la precedono e che insieme rappresentano il più grande mercato europeo. Dietro questi stati si trovano, molto più staccati, la Svezia, la Spagna, la Finlandia e la Danimarca, mentre tutti gli altri non nominati compongono invece il 20.2%.

Come appare dunque evidente i numeri del settore sono davvero significativi e si parla di cifre importanti, ma quali sono i veri ricavi del settore e delle persone che vi lavorano?

Per quanto riguarda i pagamenti si conta che nel mercato online sia stato processato un numero di operazioni di deposito e prelievo per 320 milioni da parte degli utenti europei. Le piattaforme che hanno puntato molto su questo mondo digitale offrono ai loro clienti ben 33 differenti modalità di pagamento per velocizzare e semplificare le procedure tramite carte di debito o vari e-wallets.

Sui numeri delle scommesse si parla di un guadagno di 2.36 miliardi per il mercato sportivo, con percentuali che si aggirano addirittura intorno al 44%. Gli utenti che preferiscono scommettere sugli eventi sportivo prediligono inoltre la scommessa live (63%). Proprio per questi risultati molti brand contribuiscono nella sponsorizzazione sportiva di federazioni, club e eventi del mondo sportivo per circa 86 milioni. Sono poi 132 milioni i diritti pagati alle tv sempre per la sponsorizzazione di eventi sportivi.

I numeri relativi a utenti (chi scommette) e lavoratori (l’indotto del mondo delle scommesse) sono molto sostanziosi con un totale di 16.5 milioni di giocatori. Secondo le statistiche più del 90% dei soldi scommessi viene poi restituito in vincite (probabilmente più di quanto molti si aspetterebbero). I posti di lavoro garantiti dal settore si aggirano intorno ai 32.000 con lavoratori di 27 nazionalità diversa che parlano 24 lingue europee ufficiali.

Insomma pare chiaro che le scommesse online rappresentino una grossa fetta del settore “gioco d’azzardo”, con un impatto importante anche sull’occupazione.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: