“Fondi Ue sono occasione da non perdere per il rilancio dell’Italia”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Mattarella: Fondi Ue sono occasione da non perdere per il rilancio dell'Italia


“L’Unione europea ha dato prova di lungimiranza e tempestività nel mettere a punto strumenti volti a favorire la ripresa e la crescita economica del Continente” di fronte alla crisi per l’emergenza coronavirus. Ora “il piano per l’Italia, in cui è prezioso il contributo delle Regioni, rappresenta un impegno ineludibile, correttamente avvertito non come il passaggio di una diligenza a cui attingere, ma come un’occasione di storico rilancio del sistema Italia, con modalità di coinvolgimento e di collaborazione compatibili con la pressante urgenza di definizione”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione dell’incontro al Quirinale con i presidenti delle Regioni, nel 50esimo anniversario di costituzione delle Regioni a statuto ordinario.


“E’ un appuntamento da non perdere – ha insistito il Capo dello Stato – per incidere sui nodi strutturali, con riforme ed investimenti commisurati, tutela dei bisogni, rilancio dell’economia, valorizzazione dei territori, con il recupero di ritardi decennali. Sono priorità nazionali da definire a cui devono concorrere tutte le energie del Paese: istituzionali, di ogni livello di governo e sociali. La Repubblica, forte del suo assetto consolidato e delle sue capacità, saprà far fronte anche a questa sfida”.



“Se la violenza dell’epidemia appare essersi attenuata, non sono venute meno -ha poi ricordato Mattarella- le esigenze di promuovere politiche coerenti con la tutela della salute dei nostri concittadini e con l’esigenza di rilancio dell’economia del Paese così duramente colpita dalle conseguenze della crisi sanitaria. E’ un’esigenza ancora più pressante per rispondere alla crisi che stiamo attraversando”.


“Si avverte la necessità di individuare, con maggiore precisione, sedi e procedure attraverso le quali il principio di leale collaborazione, caposaldo della giurisprudenza costituzionale, possa divenire sempre di più la cifra dei rapporti tra lo Stato, le Regioni e le autonomie locali. È importante – ha affermato il Presidente della Repubblica – che la soggettività politica delle Regioni si sviluppi, non in contrapposizione con l’indirizzo politico statale, ma in chiave di confronto e di cooperazione”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]

Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: