Forte scossa di terremoto alle prime luci dell’alba a Viagrande, una decina di feriti e danni

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.9 con epicentro a 2 chilometri nord di Viagrande ed ipocentro ad un chilometro di profondità, in provincia di Catania, è stata registrata intorno alle 3.19 del mattino del 26 dicembre.

La scossa è stata nettamente avvertita dalla popolazione e purtroppo si registrano una decina di feriti tutti per fortuna in maniera lieve.

Si registrano danni a Fleri, frazione di Zafferana Etnea con il crollo di un’abitazione e tre feriti, a Pisano, Pennisi, Santa Venerina .

Il prefetto di Catania, Claudio Sammartino, ha fatto aprire   scuole e palestre comunali per accogliere le persone che non   possono o non vogliono rientrare nella propria casa, perché  inagibile o per paura. L’assistenza è stata delegata alla Croce   rossa. Per un sopralluogo nelle zone colpite dal terremoto si   sono alzati in volo elicotteri della Marina militare, della   Guardia costiera, di Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza e Vigili del fuoco. Molta gente, soprattutto famiglie con bambini piccoli, per   la paura si è riversata in strada anche perché alla forte scossa  delle 3.19 ne sono seguite altre due di minore entità: alle   3.51 a 6 chilometri da Ragalna di magnitudo 2.5 e alle ore 4 a 2 chilometri da Zafferana Etnea di magnitudo 2.7.

In seguito alla scossa è stato chiuso precauzionalmente al traffico un tratto dell’autostrada Catania-Messina, per la presenza di lesioni sull’asfalto. Il blocco si registra tra i caselli di Acireale e Giarre.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: