Ftse Mib debole, spread stabile

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Borsa Milano debole, vola Nexi


Le preoccupazioni della Federal Reserve penalizzano l’andamento dei listini europei. Dai verbali dell’ultima riunione dell’istituto con sede a Washington è emerso scetticismo sulla possibilità di tornare, in tempi brevi, ad una situazione di seppur relativa normalità. Per l’istituto guidato da Jerome Powell i costi economici della pandemia saranno di lungo termine.


In primo piano negli Stati Uniti c’è la questione del lavoro: con gli oltre 2,4 milioni di lavoratori che nell’ultima settimana hanno fatto richiesta del sussidio di disoccupazione, il totale delle ultime 9 settimane è salito a 39 milioni di persone (corso della Grande Recessione del 2009 il dato si era attestato a 2,64 milioni).



Sul paniere principale di Piazza Affari, che ha terminato in calo dello 0,73% a 17.087,06 punti, la performance migliore è stata registrata da Nexi (+7,68%), che ha capitalizzato le indicazioni relative il recente andamento degli acquisti online e il prepotente ritorno dei rumor relativi una prossima fusione con la rivale SIA.


Perfetta parità per Telecom Italia dopo le pesanti vendite delle ultime sedute. Oggi Intesa Sanpaolo (-1,18%) ha annunciato la firma di un accordo con TIM e Google in vista della realizzazione di un progetto finalizzato a fornire alla prima banca italiana i servizi cloud di Google, sui Data Center italiani di TIM.


Seduta da dimenticare per Generali (-2,98%) che nel corso dell’ultimo trimestre ha registrato un calo dell’utile superiore agli 80 punti percentuali. Il “Combined ratio” (l’indice che misura la redditività della gestione assicurativa dei rami danni prima dei risultati della gestione finanziaria) ha registrato un miglioramento all’89,5% mentre il Solvency II ratio, il livello di patrimonializzazione, si è attestato al 196%.


Tra le altre storie del giorno, +3,23% per Autogrill, che ha terminato i primi quattro mesi con ricavi in calo del 34%, e -2,11% di Campari, dopo l’annuncio che il 4% del capitale ha esercitato il diritto di recesso nell’ambito della proposta di trasferimento della sede legale in Olanda.


Lo spread con i titoli tedeschi si è confermato a 215,8 punti base in una giornata in cui per la carta italiana indicazioni positive sono arrivate dal collocamento del Btp Italia. Nella fase dedicata ai piccoli risparmiatori sono stati raccolti 13,7 miliardi di euro mentre agli istituzionali sono andati titoli per 8,3 miliardi di euro. (in collaborazione con money.it)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: