Gagliano, il cucciolo “Hope” viene salvato ed oggi cerca casa

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si chiama “Hope” il cucciolo ritrovato il tre novembre a Gagliano Catelferrato in gravi condizioni.

Il cane pastore presentava la mascella rotta e dunque non riusciva a nutrirsi ed era destinato alla morte.

Ma un gruppo di amanti degli animali, costituito da una trentina di semplici cittadini principalmente di  Gagliano, ma anche di Nicosia e Agira, hanno deciso di autossarsi e coinvolgere amici e conoscenti in una raccolta fondi, per consentire l’operazione che gli avrebbe salvato la vita. Nel giro di pochi giorni la somma necessaria è stata raccolta.

Il cucciolo ritrovato è stato, così, affidato alle cure del veterinario  Giuseppe Cardaci ed oggi sta bene.

È momentaneamente ospitato da uno dei suoi angeli di buon cuore, mentre altri gli reperiscono anche le medicine ancora necessarie perchè si riprenda del tutto, ma Hope cerca una casa e degli amici disposti ad accoglierlo amorevolmente definitivamente. Chi è interessato può contattare il numero +39 338 9436253.

Intanto, gli amici che hanno salvato questo cucciolo, entusiasti per quanto fatto, discutono  di nuovi progetti di solidarietà e di utilità sociale, coinvolgendo eventualmente anche il Comune, per la gestione dei cani abbandonati e dei randagi, con un piano di sterilizzazione necessario al contenimento del randagismo.

La grande lezione di senso civico offerta dai cittadini di Gagliano dimostra che chi crede con entusiasmo in un progetto  può concretizzarlo, ma offre anche  un messaggio di solidarietà e di speranza, importante soprattutto  in questo momento di pandemia, che tende ad allontanare le persone e a diffidare gli uni dagli altri.

 

 

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Maria Teresa La Via

Maria Teresa La Via, giornalista nata a Nicosia, attuale direttore di TeleNicosia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: