“Già al lavoro su nuove misure per decreto aprile”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



ECONOMIA





Coronavirus, Catalfo: Già al lavoro su nuove misure per decreto aprile


“Abbiamo già emanato il primo decreto con circa 25 miliardi di stanziamento e più di 11 miliardi sono sul tema lavoro. Lo stanziamento che si prevede nel prossimo decreto è della stessa cifra con un’attenzione ovviamente a tutti i lavoratori”. Così il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, ospite della trasmissione radiofonica ‘Circo Massimo’ su Radio Capital che annuncia: “Sto emanando un ulteriore decreto ministeriale per tutelare tutte le partite iva e gli autonomi che invece sono iscritti alle casse di previdenza private” e “stiamo già studiano le nuove misure per il decreto di aprile”.


Possibile incremento dell’assegno da 600 euro per le partite Iva? “Questo è ancora allo studio però stiamo prevedendo un indennizzo per tutti”, dice poi sottolineando che “ci saranno tutte le risorse necessarie mese per mese per coprire la cassa integrazione”.



Quanto all'”Europa deve affrontare insieme l’emergenza con degli strumenti adeguati e che devono essere radicalmente diversi di quelli che abbiamo pensato fino ad ora. Serve quindi coraggio e iniziative comuni per affrontare l’emergenza”. “Abbiamo dimostrato di portare avanti un progetto di riforma e stiamo affrontando l’emergenza nel migliore dei modi ma è chiaro che, se siamo in Europa unita, questa situazione deve essere affrontata insieme” conclude Catalfo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.




[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: