Giarrizzo (M5S): “Negazionisti calpestano la sofferenza altrui”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Totale mancanza di rispetto, accompagnata da un inesorabile disonore, nei confronti di quelle famiglie che ancora oggi soffrono per la perdita di propri cari o per le conseguenze permanenti causate dal Coronavirus. Sono i negazionisti, personaggi che riescono ad infondere il dubbio, in chi li guarda, che possa esistere una macchina del tempo che abbia riportato nel presente qualcuno dal Medioevo”. Così, il vicepresidente della commissione Attività produttive alla Camera, il deputato del Movimento 5 Stelle Andrea Giarrizzo.

Usano parole come ‘lanciafiamme’ (per essere moderni), ‘pedofili’, ‘satanisti’, ‘bruciare’, ‘fuoco’, – aggiunge il deputato Cinquestelle – per scagliarsi contro tutto e tutti, compreso il Papa e i ‘temibilissimi 5 Stelle’. Devono parlare, urlare e baciarsi e quindi chiedono a gran voce di ‘bruciare le mascherine’, dandone dimostrazione durante un evento pubblico con serie difficoltà, probabilmente perché nel Medioevo non esistevano gli accendini”.

Mi sento umiliato, – continua il parlamentare – soprattutto come cittadino Italiano di fronte a cotanta esplosione di leggerezza e superficialità che fanno da padrone all’indole di questi personaggi. Pensare al fatto che la sofferenza, non solo di chi è stato direttamente od indirettamente coinvolto dall’emergenza a livello sanitario, ma anche di chi è stato travolto a livello economico, psicologico, speciale, venga calpestata in questo modo, mi rabbrividisce”.

Il Coronavirus è una delle più grandi piaghe che l’Italia abbia mai visto – conclude Giarrizzo – e qui c’è chi si permette di giocare con la macchina del tempo”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: