Gioele morto nell’incidente e il suicidio di Viviana: nuova ipotesi

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Gioele morto nell'incidente e il suicidio di Viviana: nuova ipotesi


Sono numerose le ipotesi sulla morte di Viviana Parisi, la dj trovata senza vita tra i boschi di Caronia sabato 8 agosto, e sulla scomparsa del figlio di 4 anni, Gioele. Come spiegano gli inquirenti all’Adnkronos, c’è anche la tesi dell’omicidio del piccolo a opera della mamma che poi si sarebbe uccisa, lanciandosi dal traliccio, oppure la morte accidentale del bambino.


Il piccolo potrebbe essere deceduto nell’incidente, seppure non grave, sulla Messina-Palermo avvenuto lo scorso 3 agosto. “Sono solo ipotesi – spiegano gli investigatori – ma non escludiamo che il piccolo Gioele seduto sul seggiolino di protezione, magari allacciato male o non allacciato, possa avere battuto la testa in maniera letale. Ribadiamo, non c’è niente di certo, ma sono ipotesi di cui abbiamo parlato”.



Quindi, la tesi sarebbe quella che “Viviana dopo avere sbattuto con la sua Opel Corsa contro il guardrail e una macchina, si sarebbe accorta della morte sopraggiunta del bambino e in preda alla disperazione avrebbe preso il bimbo in braccio e sarebbe scappata”. Da lì, il percorso a piedi nelle campagne di Caronia (Messina), dove poi la donna è stata rinvenuta cadavere. Ecco perché si stanno eseguendo nuovi accertamenti sulla macchina sequestrata. “Non privilegiamo una tesi rispetto a un’altra – dicono gli inquirenti – ma guardiano in tutte le direzioni”.


Proprio nel pomeriggio di ieri c’è stato un nuovo sopralluogo del procuratore di Patti Angelo Vittorio Cavallo, che faceva presagire una svolta, mai arrivata. “Non c’è nessuna novità” ha detto il procuratore al termine delle verifiche in un terreno, dove c’è un casolare, a Torre del Lauro a Marina di Caronia (Messina). Per oltre due ore il magistrato ha partecipato al sopralluogo con la polizia scientifica e le unità cinofile della Polizia. E poco prima, ma senza risultati, i vigili del fuoco avevano ispezionando un pozzo a poco meno di un km dal luogo del ritrovamento del corpo di Viviana Parisi.


“Chiunque abbia visto qualcosa dopo l’incidente, nelle campagne, si faccia avanti, e chiami la polizia. Io amo mio figlio e lo voglio trovare”. E’ l’appello lanciato con voce rotta dal pianto da Daniele Mondello, padre di Gioele.


Nel frattempo il procuratore Cavallo ha affermato che “dal video di Sant’Agata di Militello si capisce che “nel video ripreso all’uscita di Sant’Agata di Militello il piccolo Gioele era ancora vivo”.


La famiglia del piccolo dal canto suo non lascia nulla di intentato per trovare il bambino e ha deciso di contattare anche una sensitiva. “Sono convinta che Gioele verrà ritrovato a breve. Verrà restituito alla sua famiglia. Lui è lì vicino alla madre e probabilmente è adagiato sotto alcune foglie”, ha detto Rosemary Laboragine.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]

Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: