Gogo Beach, la app per prenotare la spiaggia

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Le spiagge si prenotano via app, arriva Gogo Beach


Quest’anno andare in spiaggia sarà un po’ diverso, a causa dell’emergenza Coronavirus. Per questo sono state disposte alcune regole che sarà necessario seguire per tutelare la salute di tutti e far ripartire la stagione balneare in sicurezza. Tra queste, le prenotazioni online per accedere agli stabilimenti, oltre al distanziamento in acqua e sotto gli ombrelloni e la misurazione della temperatura per chi lavora nei lidi. Per turisti e gestori arriva Gogobeach.it, che serve proprio per snellire e semplificare al massimo l’organizzazione delle vacanze al mare.


Il servizio permette di prenotare tutto ciò di cui si necessita su spiagge, resort e stabilimenti balneari, in Italia e all’estero, in un unico portale o direttamente dall’applicazione gratuita e disponibile per dispositivi Android ed Apple. Con Gogobeach.it si possono prenotare ombrelloni, lettini e ricevere cibo e bevande direttamente alla propria postazione sulla spiaggia.







Inoltre, l’applicazione permette anche di prenotare alberghi, ristoranti e cibo a domicilio, offrendo all’utente la possibilità di scoprire tutta l’offerta turistico ricettiva in Italia e leggere le recensioni di chi ha già provato i servizi.


Oltre alla prenotazione tramite app, i gestori sono tenuti a installare cartelloni e locandine in cui vengono illustrate tutte le regole comportamentali, regolare gli accessi e gli spostamenti sulle spiagge tramite percorsi dedicati, disporre le attrezzature in modo da garantire il distanziamento interpersonale. Inoltre, sarà obbligatorio controllare la temperatura corporea a tutto il personale e ai bagnanti, impedendo l’accesso alle aree a chi risulta avere più di 37,5°C.


Sono vietati sulle spiagge e in qualunque altro luogo, eventi musicali e tutte quelle forme di aggregazione che possono creare assembramenti come ballo, feste, eventi sociali e buffet; i bambini dovranno essere controllati dai genitori affinché rispettino le distanze.


I gestori degli stabilimenti balneari dovranno effettuare sanificazioni e disinfezioni frequenti a tutte le attrezzature e ai servizi igienici, dotare i bagnanti di disinfettanti per le mani e fornire al personale tutti i dispositivi di protezione individuale che dovranno utilizzare quando svolgeranno attività a rischio.


Tutte queste regole, valgono anche le spiagge libere e per gli ambienti di libero accesso, sarà compito dei Comuni e degli Enti Locali competenti, garantire il rispetto delle stesse.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: