Governo, Meloni: "Italia non merita questo schifo"  

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


alternate text

(Adnkronos)

“L’Italia non si merita questo schifo”. Sono le parole di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. “Bollettino lunedi 25 gennaio: l’Italia rischia di essere esclusa dai Giochi olimpici di Tokyo 2021; le imprese sono in ginocchio e i ristoratori manifestano in piazza; l’Europa bacchetta l’Italia per i ritardi sul Recovery Fund; emerge un buco da quasi 16 miliardi di euro nei conti dell’Inps; un milione e duecentomila lavoratori sono ancora in attesa della cig che non arriva. Cosa fa il governo davanti a tutto questo? Passa l’intera giornata a occuparsi di beghe di Palazzo. Conte sì, Conte no, Conte ter. Dimissioni sì, dimissioni no, dimissioni domani. L’Italia non si merita questo schifo”, scrive Meloni su Facebook.


In un altro post, la leader di Fdi si sofferma sul caso legato ai padiglioni che dovrebbero essere allestiti per le vaccinazioni contro il covid. “Ancora uno scandalo nella gestione Arcuri della crisi Covid. È stato pubblicato il bando per i famosi padiglioni primula voluti dal governo Conte per le vaccinazioni: strutture che arriverebbero a costare oltre 400 mila euro l’una”, scrive Meloni. “Al costo spropositato si sommano altre anomalie: appena 7 giorni per le offerte, requisiti che escludono tante aziende (magari favorendone altre), parametri tecnici discutibili. Non sarebbe stato più veloce e conveniente usare spazi già disponibili o ricorrere alle strutture pronte e ferme nei magazzini di quelle imprese del settore eventi che non lavorano da mesi? Fratelli d’Italia vuole vederci chiaro e presenterà un’interrogazione parlamentare. Non si gioca con i soldi e la salute degli italiani”.



Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.