Il bilancio operativo 2020 della Questura di Enna

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il questore della provincia di Enna, Corrado Basile, a chiusura del 2020, pur nelle difficoltà del momento, formula a tutti i cittadini i migliori auguri di un sereno Natale e un lieto 2021, all’insegna della più stretta interazione e collaborazione costruttiva, nel rispetto della legge e nel segno della legalità e della civile convivenza.

Questore Corrado Basile

Nell’occasione, ha voluto tracciare un breve bilancio operativo.

Si è trattato di un anno intenso al servizio dei cittadini e della collettività nell’attività di prevenzione e contrasto alla criminalità e a ogni forma di illegalità, oltre che sul piano straordinario di tutela della salute pubblica in relazione alla situazione pandemica dovuta al propagarsi del Covid-19.

Da sottolineare, a tal riguardo, i servizi straordinari predisposti nei territori della provincia di Enna finalizzati al contenimento del contagio che ha visto il costante impiego di tutte le componenti del sistema sicurezza. Di particolare rilievo l’impegno svolto in sinergia, con il coordinamento della Prefettura, tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Forestale, Polizia Provinciale e Polizie Locali circa il mantenimento della sicurezza pubblica durante le limitazioni agli spostamenti e nelle “zone rosse” istituite nel territorio provinciale.

In relazione alla complessa attività espletata dalla Polizia di Stato nella provincia di Enna, particolare menzione meritano gli innumerevoli servizi ordinari e straordinari di controllo del territorio, svolti anche con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, che hanno visto impegnate in prima linea le pattuglie della Questura, dei Commissariati distaccati e della Polizia Stradale: attività preventiva e repressiva mirata ad affermare e riaffermare la cultura della legalità e della civile convivenza, che costituisce anche la cifra della visibilità e della presenza della Polizia di Stato su tutto il territorio provinciale.

Particolare attenzione è stata dedicata alla tutela delle fasce deboli e delle vittime di violenza di genere, soprattutto donne. Al grido di allarme e di aiuto da chi ha avuto il coraggio di ribellarsi alla violenza di genere e ai soprusi maturati soprattutto tra le mura domestiche, la Polizia di Stato ha prontamente risposto con vari provvedimenti di ammonimento e di divieto di avvicinamento, oltre che con un arresto in flagranza di reato e con un altro arresto in esecuzione di misura cautelare disposta dall’Autorità Giudiziaria In tutte queste ipotesi, come previsto dalla normativa relativa al “Codice Rosso”, d’intesa con la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, è stata data immediata priorità alle indagini ed all’accoglienza delle esigenze delle vittime.

Dal punto di vista meramente statistico, questi, in estrema sintesi, i principali risultati conseguiti dalla Polizia di Stato grazie all’impegno info-investigativo di tutte le articolazioni dell’intera provincia:

  • Presentate alla magistratura 10 proposte per l’applicazione della sorveglianza speciale di P.S.
  • Emessi 14 avvisi orali.
  • Notificati 11 provvedimenti di rimpatrio con divieto di ritorno in diversi Comuni della Provincia.
  • Adottati 5 provvedimenti nei confronti di soggetti resisi responsabili di atti persecutori e di condotte di violenza domestica.
  • Arrestate 41 persone in flagranza di reato e 19 in esecuzione di provvedimento dell’A.G.
  • Deferite in stato di libertà 546
  • Segnalati 12 casi riguardanti il “Codice Rosso”.
  • Sequestrate 380 gr. di sostanze stupefacenti.
  • Sequestrate 4 armi e vario munizionamento detenuti illegalmente.
  • Sequestrato 1 veicolo.
  • Controllati 24.812 persone e 16.750 veicoli.
  • Elevate 302 contravvenzioni al Codice della Strada.
  • Revocata la licenza ad un Istituto di Vigilanza con provvedimento della Prefettura per accertate gravi irregolarità.
  • Chiusi 2 centri scommesse che esercitavano l’attività senza autorizzazione.
  • Eseguiti 15 provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale di cittadini extra-comunitari disposti dalla Prefettura, dei quali 9 con ordine del Questore, 1 con trattenimento al Centro di Permanenza per il Rimpatrio e 1 con partenza volontaria

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.