Il Comune di Nicosia parteciperà insieme ad altri 19 delle Madonie al finanziamento regionale del progetto “Miglioramento della Governance”

Condividi l'articolo su:

L’assessorato regionale delle Autonomie locali ha approvato a fine dicembre 2018 l’avviso pubblico di invito alla presentazione di progetti da finanziare con le risorse previste dalla misura “Realizzazione di investimenti da parte degli Enti Locali” del Programma di Azione e Coesione della Sicilia. L’articolo 6 dell’avviso prevede tra modalità attuative delle procedure di finanziamento che potranno essere ammessi al finanziamento anche progetti da realizzare congiuntamente da più Comuni che, a tal fine, dovranno stipulare preliminarmente un apposito accordo.

Il Comune di Nicosia con due delibere di giunta ha formalizzato la volontà di procedere alla presentazione di una proposta progettuale congiunta e quindi ha proceduto ad approvare l’accordo volto alla presentazione del progetto “Miglioramento della Governance”, aderendo ad una Ats con altri 19 Comuni delle Madonie, individuando quale Comune capofila Campofelice di Roccella.

A seguito di diversi incontri di approfondimento che hanno visto partecipi i 20 Comuni che hanno condiviso la presentazione di una proposta progettuale congiunta, il comune capofila con il supporto tecnico della Sosvima, agenzia di sviluppo delle Madonie, ha elaborato la proposta progettuale da presentare all’assessorato regionale delle Autonomie locali.

Il 3 giugno il consiglio comunale con 11 voti favorevoli e 5 astenuti, ha approvato il progetto che dà l’opportunità di poter usufruire di circa 54.000 euro per poter in questo caso su indicazione, del Comune di Nicosia di usufruire di personale tecnico amministrativo per aumentare la professionalità degli uffici. Successivamente il Comune di Campofelice di Roccella dovrà prendere atto di tutte le deliberazioni degli altri Consigli comunali, atto necessario per poter presentare il progetto il cui bando scade il 7 giugno. Al progetto è allegata la relazione tecnica illustrativa, il quadro economico con riparto delle somme e le figure professionali indicate. Il progetto ha uno stanziamento complessivo di 921.000 euro.

I 20 Comuni per aumentare la professionalità degli uffici potranno usufruire di un ingegnere edile, di un architetto progettista, di un agronomo, di un geologo, di un ingegnere esperto in sicurezza, di un geometra, di un esperto nella gestione del sistema di monitoraggio Caronte, di un ingegnere, un dottore commercialista, un avvocato e un architetto. Il Comune di Nicosia in aggiunta potrà usufruire delle prestazioni part-time di un ingegnere e di un geometra per un importo complessivo di 24.000 euro.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: