Il Comune di Nicosia realizzerà due impianti di compostaggio locale in contrada Canalotto e Crociate

Condividi l'articolo su:

Il Comune di Nicosia parteciperà al finanziamento regionale che riguarda il PO FERS Sicilia 2014-2020 – Asse prioritario 6 –obiettivo specifico 6.1 –Azione 6.1.1 “Realizzare le azioni previste nei piani di prevenzione e promuovere la diffusione di pratiche di compostaggio domestico e di comunità”, un bando pubblico che prevede la concessione di agevolazioni in favore di Comuni per il sostegno di alle attività di compostaggio di prossimità dei rifiuti organici. Il bando prevede un’istanza per più progetti, fino ad un massimo di tre. Nel caso specifico il Comune di Nicosia presenterà due progetti per realizzare due impianti di compostaggio locale da 80 tonnellate/annue, da realizzare in contrada Crociate, dove attualmente è presente l’isola ecologica ed in contrada Canalotto, dove attualmente ha sede il centro comunale di raccolta.

Il progetto per la realizzazione dell’impianto di compostaggio in contrada Canalotto costerà 178.451,81 euro, il secondo progetto di contrada Crociate prevede una spesa di realizzazione di 180.000 euro, per un totale di 358.451,81 euro.

I due progetti sono stati inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche 2019-2021.

Il compostaggio verrà effettuato sulla frazione organica dei rifiuti urbani prodotti, con l’ausilio di un’attrezzatura con una capacità di trattamento di 80 tonnellate/annue, al fine dell’utilizzo del compost prodotto dalla lavorazione. Verranno trattati rifiuti biodegradabili di cucine e mense, prodotti da giardini e parchi, segatura, trucioli, residui di taglio, legno, piallacci, scarti di corteccia e legno dalla lavorazione della carta qualora non addizionati, materiale filtrante derivante dalla manutenzione periodica del biofiltro a servizio dell’apparecchiatura, imballaggi in carta e cartone, imballaggi in legno, carta e cartone non imbevuti di detergenti o prodotti chimici in genere.

Tra il mese di maggio e giugno di quest’anno, il consiglio comunale aveva approvato i regolamenti di compostaggio domestico, di prossimità e di comunità ed ora con la realizzazione di questi due impianti comunali si va verso una riduzione drastica dei rifiuti biodegradabili da conferire in discarica, con un notevole risparmio di costi.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *