Il consiglio comunale di Nicosia ha approvato il regolamento per l’erogazione di contributi alle attività produttive e società sportive

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con voto all’unanimità il consiglio comunale di Nicosia ha approvato il regolamento stilato dalla commissione speciale con il quale vengono concessi contributi alle attività produttive nicosiane fortemente colpite dalla crisi dovuta alla pandemia da covid-19. Nel regolamento rientrano anche le società sportive. Successivamente all’approvazione del regolamento, verrà emanato un bando attraverso il quale le imprese nicosiane potranno aderire per ottenere il contributo una tantum.

Il regolamento permetterà all’amministrazione comunale di adottare una procedura snella e veloce che consenta di compensare i beneficiari, tramite l’erogazione una tantum di un contributo inteso come ristoro forfettario delle perdite patite a causa delle chiusure forzate per l’emergenza sanitaria. Il contributo è del tutto cumulabile con altri aiuti e contributi percepiti a vario titolo dal beneficiario durante il periodo dell’emergenza dal governo nazionale e regionale.

Il contributo è destinato ad imprese, lavoratori autonomi, professionisti e partite iva in genere con esclusione delle attività che durante il lockdown non sono state interessate dalle chiusure imposte in quanto fornitrici di beni di prima necessità, in pratica quelle identificate mediante i codici Ateco indicati negli allegati dei vari DPCM susseguitisi dall’8 marzo 2020; sono comprese tra le imprese ammesse al contributo le aziende agrituristiche, di turismo rurale e affittacamere.

Le risorse allo stato disponibili sono pari a 200.000 euro derivanti dalla parte dei trasferimenti statali per le Funzioni Fondamentali 2020 confluiti nell’avanzo vincolato. Il contributo una tantum da erogare ai commercianti sarà pari fino a un massimo di 800 euro; nel caso in cui le risorse, rispetto alle domande ricevute, non fossero sufficienti i contributi saranno ridotti. Il contributo a fondo perduto non spetta in ogni caso, ai soggetti la cui attività risulti cessata alla data di presentazione dell’istanza.

Possono presentare istanza di accesso al contributo tutte i colori che sono iscritti alla Camera di Commercio in qualunque forma giuridica (società di persone, di capitali, cooperative, imprese individuali, associazioni, ecc..), all’albo professionale di appartenenza, iscritti alla gestione separata INPS aventi sede legale o operativa nel Comune di Nicosia, in data antecedente al 31 dicembre 2020.

Al momento della presentazione della domanda si dovrà dichiarare di non avere nessuna situazione debitoria con il Comune o, in caso contrario, indicare l’importo del debito maturato nei confronti dell’Ente alla data del 28 febbraio 2020. Nel caso di debiti nei confronti del Comune, si procederà ad una decurtazione del contributo spettante a copertura o a parziale copertura del debito pregresso.

Altri 30.000 euro sono stati stanziati per dare un contributo alle attività sportive pesantemente colpite dalle chiusure stabilite quali piscine, palestre e sport da contatto. Il fondo verrà utilizzato, prioritariamente, per erogare il contributo alle associazioni sportive che siano titolari di partita iva. Il contributo spettante è formato da due componenti: una fissa, dell’ammontare di 800 euro ed una variabile, commisurata ai costi sopportati nel 2020 e fino al 26 aprile 2021; in ogni caso il contributo complessivo non potrà superare l’importo di 3.500 euro. Non tutte le associazioni sportive che sono state interessate dai provvedimenti di chiusura possiedono una partita iva, ma visto il riconosciuto valore sociale del loro operato e considerata la ininterrotta chiusura disposta dai vari DPCM, alle associazioni che ne facciano richiesta, sarà erogato comunque un contributo una tantum nella misura fissa massima di 800 euro. Alle associazioni sportive di qualunque tipo (titolari di partite iva e non) che utilizzano a titolo gratuito le strutture comunali, il contributo spettante sarà ridotto del 20%.

Le domande, secondo i modelli allegati al bando e predisposti dall’ufficio competente dovranno essere inviate, nel termine stabilito nel bando, tramite pec all’indirizzo: protocollo@pec.comune.nicosia.en . In via del tutto eccezionale potranno essere consegnate, entro il termine previsto nel bando, presso l’ufficio Protocollo del Comune di Nicosia in piazza Garibaldi.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it