“Il film di Vicari l’esperienza più immersiva mai fatta”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Vinicio Marchioni: Il film di Vicari l'esperienza più immersiva mai fatta

Un particolare della foto pubblicata da Marchioni su Instagram


Per Vinicio Marchioni, il film ‘Il giorno e la notte’ di Daniele Vicari, concepito e girato totalmente in lockdown, “è stata l’esperienza più totalmente immersiva su un set fatta in vita nostra“. Marchioni parla al plurale perché quello di Vicari è stato per l’attore anche il “primo film girato assieme a Milena Mancini”, sua moglie, anche lei attrice.


Annunciando su Instagram la fine delle riprese, Marchioni ha raccontato in un lungo post la particolare esperienza, perché il film è stato girato dagli attori coinvolti, con le attrezzature fornite dal regista e con le sue indicazioni. “Abbiamo fatto gli operatori, settato le macchine, controllato i fuochi delle inquadrature e controllato i ciak girati (come si faceva quando non c’erano i monitor per il regista). Abbiamo fatto i ciakkisti; ci siamo microfonati; fatto gli attrezzisti di preparazione, gli attrezzisti prima e dopo il ciak; abbiamo fatto gli elettricisti; ci siamo truccati, pettinati e raccordati da soli; poi abbiamo fatti anche gli attori. Guidati da remoto durante tutti i giorni di riprese da Vicari, dal direttore della fotografia Gherardo Gossi, dal fonico Alessandro Palmerini, dalla scenografa Beatrice Scarpato, dalle costumiste Francesca e Roberta Vecchi e dai reparti di regia e produzione”.



“Ora – aggiunge l’attore – tutto questo non si potrà ripetere mai più, per una serie di motivi. Sta di fatto che dopo questa esperienza straordinaria (chissà cosa ne verrà fuori? Quanto i mezzi messi in campo influiranno sul linguaggio del film?) è bellissimo ritrovarsi a pensare che il cinema, come il teatro, siano esperienze collettive, che necessitano della presenza e dell’interscambio di professionalità e competenze”.


Della gestione del film da parte di Vicari, Marchioni aggiunge: “Daniele è riuscito a creare lo stesso una troupe, ridotta all’osso, comunque un gruppo di professionisti che hanno spinto in un’unica direzione. E, sarà per le contingenze, sarà per il clima straordinario in cui è nato ed è stato girato, sarà per l’isolamento di tutti, su questo set c’è stata una concentrazione di energie incredibile“.


Sul destino della pellicola, in un periodo in cui le opzioni tra festival, sale e streaming sono molto influenzate dalle restrizioni dovute alla prevenzione del coronavirus, l’attore prosegue: “Non sappiamo nulla sul percorso che il film farà, sappiamo però che farlo è stato bellissimo in modo estenuante. E sappiamo fare un sacco di cose in più. Anche se a distanza, condividere questo film che resterà legato al lockdown per sempre con questa squadra di interpreti e maestranze rimarrà per noi indimenticabile. Buon viaggio a ‘Il giorno e la notte’ e grazie a Daniele Vicari per averci permesso questa esperienza indelebile“, conclude l’attore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: