il Magna Grecia a Robert Gallo, ‘genio che non ha mai perso lato umano’

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Premio Magna Grecia a Robert Gallo, 'genio che non ha mai perso lato umano'


Il Premio Internazionale Magna Grecia 2020 sarà consegnato virtualmente a Robert Gallo, uno dei più grandi ricercatori di fama mondiale, durante la diretta di #UNLOCK_IT, II edizione di SUDeFUTURI, che si terrà il 9, 10 e 11 dicembre in diretta streaming dal Palazzo dell’informazione di AdnKronos, in Piazza Mastai a Roma. A consegnare virtualmente il riconoscimento sarà Nino Foti, presidente della Fondazione Magna Grecia, nel corso dell’evento di mercoledì 9 che avrà come protagonista il celebre virologo collegato in diretta dagli Stati Uniti.


Il Premio Internazionale Magna Grecia, nato nel 1997, viene assegnato a persone che attraverso la propria attività professionale hanno portato nel mondo i valori più alti della cultura occidentale, che ha le proprie radici nella Magna Grecia: personalità del cinema, uomini delle istituzioni, scienziati, ricercatori, imprenditori, comunicatori. Ruoli importanti, in tutti i campi. E radici italiane, a volte di seconda o terza generazione.



Queste le motivazioni del conferimento del Premio a Robert Gallo, illustrate da Nino Foti: “Il Premio Internazionale Magna Grecia va innanzitutto all’eccellente medico, biologo, virologo e accademico, pioniere di genio assoluto nel campo della ricerca, unico ad aver ricevuto due volte il premio Lasker per due scoperte che hanno cambiato la storia sanitaria mondiale: prima il virus umano a Rna causa di tumori, di alcune leucemie e linfomi, poi i retrovirus Hiv, causa dell’Aids. Ma va, in modo ancora più forte e determinato, all’uomo che fin dalla sua giovane età ha saputo trasformare il dolore in capacità di reagire e migliorare le cose”.


“Robert Gallo, il cui nonno piemontese emigrò in America per cercare nuove opportunità, nei suoi percorsi e nel modo di raggiungere gli obiettivi incarna i più elevati valori magnogreci, radici della cultura occidentale – continua Foti – Non perdere mai di vista il lato umano e sociale delle tragedie sanitarie che hanno rivoluzionato gli ultimi decenni, cercando di coniugare i progressi medici e scientifici con progressi umani che permettano di garantire a tutti la salute pubblica, oltre che una maggiore comprensione e tolleranza verso ogni persona, è l’insegnamento più alto che un uomo possa dare. Robert Gallo lo fa da sempre, e lo continua a fare”.


Lo storico riconoscimento istituito dalla Fondazione Magna Grecia negli anni è stato consegnato al Governatore dello Stato di New York George Pataki, al Ministro del Commercio Estero del Canada Sergio Marchi, all’Editore-Direttore AdnKronos, Cavaliere del Lavoro Giuseppe Marra, al Ministro del Turismo argentino Francisco Mayorga, al Presidente delle Organizacoes Globo Roberto Irineu Marinho, fondatore e proprietario del secondo gruppo mediatico al mondo, che comprende quotidiani, emittenti radiofoniche (come Rádio Globo e Radio CBN) e televisive (fra cui Rede Globo, il principale canale televisivo brasiliano), al Presidente di Mediaset Fedele Confalonieri, al Rettore dell’Università Centrale del Venezuela Giannetto Pace, al Presidente della NIAF National Italian American Foundation Frank Guarini, al Rettore dell’Università di Rio de Janeiro Nilcea Freire, al Ragioniere Generale dello Stato Andrea Monorchio, al Governatore della provincia di Cordoba Jose Manuel De La Sota, al Presidente del Columbus Citizen Foundation Louis Tallarini, al regista, sceneggiatore e produttore cinematografico Giuseppe Tornatore, al Presidente della NIAF National Italian American Foundation Joseph Cerrel, al Cantautore e produttore discografico Tony Renis, al già Presidente della Repubblica Argentina Mauricio Macri, al Commissioner Fire Department di New York Daniel Nigro, al drammaturgo Mario Fratti, già vincitore di ben 7 Tony Award, autore di oltre 100 opere tra cui Nine, commedia scritta nel 1981, liberamente ispirata al film 8½ di Federico Fellini, diventata un musical teatrale di successo in Usa e nel mondo con oltre duemila repliche.


Nel 2019 il premio è stato consegnato a Federico Faggin, inventore del microchip e padre del touch screen, insieme ad uno speciale riconoscimento alla carriera a Fulvio Lucisano, uno dei più grandi produttori cinematografici italiani.


Grandi nomi anche per #UNLOCK_IT: dal 9 all’11 dicembre, in diretta streaming dal sito e dalla pagina Facebook di Adnkronos, partner dell’evento, raggiungibili anche dalle pagine web Facebook di SUDeFUTURI magazine e Fondazione Magna Grecia, si alterneranno eccellenze della scienza mondiale, studiosi, grandi firme del giornalismo, magistrati, economisti, imprenditori e rappresentanti delle organizzazioni di categoria.


Il tema della lotta al Covid sarà affrontato oltre che da Robert Gallo, anche da Massimo Andreoni, Direttore scientifico della Società italiana malattie infettive. Non mancano le grandi firme del giornalismo, come Paolo Mieli, Antonio Padellaro e Roberto Napoletano, mentre l’universo accademico è rappresentato dalla Rettrice della Sapienza, Antonella Polimeni oltre che da eminenti docenti di Luiss e Roma 3. I pericoli che derivano dalla criminalità organizzata nella fase dell’emergenza Covid saranno approfonditi da due delle personalità più importanti della lotta alle mafie: il Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri (in collegamento con lo studioso Antonio Nicaso) e il Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho. Un alto magistrato statunitense, il Giudice della Corte d’appello federale USA Arthur J. Gajarsa, molto vicino all’entourage del Presidente eletto Joe Biden, ci aiuterà a comprendere i cambiamenti della più grande democrazia


Non mancano i link con i rappresentanti delle più alte istituzioni, tra cui il Ragioniere generale dello Stato Biagio Mazzotta e il Presidente emerito della Corte costituzionale Antonio Baldassarre. E non mancano i grandi protagonisti del mondo dell’economia e dell’impresa, oltre che delle associazioni di categoria più rappresentative: tra questi Santo Versace, Carlo Tamburi (Amministratore delegato e presidente Enel Italia spa), Luigi De Vecchis (Presidente di Huawei Italia), Marina Lalli (Presidente di Federturismo), Bernabò Bocca (Presidente di Federalberghi) e Giorgio Spaziani Testa (Presidente di Confedilizia). Gli approfondimenti sociali ed economici si avvarranno dei contributi diretti di Carlo Borgomeo (Presidente Fondazione con il Sud), Adriano Giannola (Svimez) e Gian Maria Fara (Eurispes). L’evento che sarà condotto in studio dai giornalisti Paola Bottero e Alessandro Russo.


Questo il link per la diretta sul sito di AdnKronos:


https://www.adnkronos.com/eom/Temp/Live/SF.html?=1


Questo è il link al programma completo:


https://www.sudefuturi-magazine.it/2020/12/02/unlock_it/

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.





Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.