Il Soroptmist collabora con i Carabinieri di Enna con il progetto “Una stanza tutta per sé… portatile”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Da molti anni l’associazione Soroptimist International d’Italia collabora con l’Arma dei Carabinieri con progetti volti ad incoraggiare le donne vittime di violenza a rivolgersi alle Forze dell’Ordine, sostenendole nel delicato momento della denuncia. Il progetto “una stanza tutta per sé”, avviato nel 2015 con l’accordo siglato con il comando generale dell’Arma dei Carabinieri, ad oggi conta 130 stanza dedicate all’interno delle caserme dell’Arma, pronte ad accogliere le vittime nel momento della denuncia, passaggio necessario nel percorso verso la ricostruzione di rispetto e dignità della propria persona.

Il progetto è stato ampliato con la dotazione di una kit informatico portatile, da utilizzare dai Carabinieri in quei casi in cui risulta preferibile raccogliere la testimonianza in un luogo differente da quello istituzionale.

Nella giornata del 10 febbraio, rappresentanti del Club Soroptimist di Enna, la professoressa Maria Carmela Pitta, nel suo ruolo di presidente, e l’avvocato Anna Vasquez, la past president, a completamento del nuovo progetto “una stanza tutta per sé… portatile” hanno effettuato la consegna ufficiale di un pc che andrà ad allestire la stanza dedicata. Ad accogliere la rappresentanza dell’associazione ennese, il colonnello Saverio Lombardi, comandante provinciale dei Carabinieri di Enna, che nell’occasione ha confermato che sono ancora attuali e presenti, nella nostra società, fatti, più e meno gravi, legati alla violenza di genere. L’impegno alla sensibilizzazione, operato con progetti come questo, permette di avere, su differenti linee, quella legale e quella di formazione, un fronte comune volto alla costruzione di una nuova consapevolezza da parte di tutte quelle persone vittime di violenza.

Questo è l’ultimo appuntamento, in ordine di tempo, dopo che lo stesso 26 novembre, durante la campagna Orange the World promossa dal Soroptimist, il comando provinciale Carabinieri di Enna aveva “acceso” di arancione la sua struttura; un messaggio alla cittadinanza volto a ricordare l’attualità della tematica violenza di genere illuminando la sede dalla quale inizia un percorso legale, con un’opera di accoglienza, assistenza e protezione, per la ricostruzione della persona.

I Carabinieri di Enna sono desiderosi di conoscere nuovi progetti ed obbiettivi con i quali si concretizzerà, ancora di più, la collaborazione con il Soroptimist di Enna.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.