La corretta manutenzione di un pavimento in gres porcellanato: tips per conservarlo a lungo

Condividi l'articolo su:

Il gres è sicuramente un materiale duttile, economico e resistente, ma non per questo è esente dalla formazione di aloni e macchie. Una delle tipologie di gres più difficili da pulire è proprio il gres porcelanato non smaltato, che, a causa della sua microporosità, diviene molto difficile, alle volte, da mantenere pulito.

Cosa sono le microporosità?

Le microporosità sono la principale causa della formazione di macchie sul pavimento in gres porcellanato. Il gres si ottiene mediante una commistione di argille e altri materiali di vario genere che rendono il gres particolarmente resistente, ideale come materiale per rivestimenti. Allo stesso tempo, però, il gres è anche caratterizzato da microporosità: la sua struttura presenta dei microscopici pori nei quali si annida la sporcizia.

Come NON pulire il gres

Cosa fare quando, dopo aver utilizzato vari prodotti e tecniche diverse, il pavimento in gres mostra ancora la presenza di aloni o macchie in controluce? “Più si cerca di pulirlo e più appare sporco”, questo è ciò che alcuni clienti di questo fornitore di pavimenti in gres effetto legno hanno dichiarato. Le cause d questo sporco ostinato possono essere svariate. Partiamo dal quello che riteniamo essere il vero problema, ossia i detersivi che si vanno a utilizzare nelle operazioni di pulizia.

I detersivi da supermercato

I classici detersivi commerciali, quelli che cioè si acquistano al supermercato, rendono ancora più difficile la pulizia del gres. Il problema sta nella composizione dei comuni detersivi, che contiene un alto tasso di tensioattivi, dei composti chimici che rappresentano i principi attivi dei detergenti e dei saponi per le pulizie. Queste sostanze vanno a sciogliere la sporcizia rendendola facilmente rimovibile. Inoltre, i tensioattivi riducono la tensione superficiale dell’acqua, aumentando la bagnabilità della superficie (Fonte Wikipedia). Quando si lava un pavimento in gres utilizzando detergenti contenenti tensioattivi, queste sostanze chimiche rimangono sulla superficie, si sciolgono e penetrano nei micropori delle piastrelle in gres nel momento in cui vi si versa l’acqua. Per questa ragione il pavimento mostra aloni di sporco subito dopo la pulizia.

Il consiglio in più: evitare l’impiego di lucidanti che potrebbero lasciare residui oleosi sulla superficie al termine della pulizia.

I detergenti (giusti) per pulire il gres

Il detergente adatto per la pulizia del gres è un detergente con un basso contenuto di tensioattivi. Individuare un prodotto specifico ed efficace per la pulizia del gres è fondamentale per mantenerlo pulito, così come è importante assicurare al proprio pavimento in gres un trattamento antisporco professionale periodico. Questi trattamenti vengono effettuati senza solventi o detergenti, ma con sostanze a base di acqua che sono pensate appositamente per la pulizia dei materiali con microporosità come il gres. Il trattamento di solito protegge il pavimento dallo sporco andando a creare una sorta di film invisibile sulla superficie che facilita il matenimento della pulizia.

Pulire il gres senza detergenti

La pulizia dei pavimenti in gres effetto legno senza l’uso dei detergenti può essere effettuata co panni cattura-polvere, scope o normali aspirapolvere.

 

 


Condividi l'articolo su:

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.