La Polizia di Stato ha arrestato un uomo di Valguarnera trovato in possesso di cocaina e hashish – VIDEO

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Polizia di Stato di Enna ha tratto in arresto il 54 enne Cristofero Dainotti di Valguarnera. L’uomo è stato colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di cocaina, occultata nella propria auto, nonché di un altro involucro di hashish occultato presso la propria abitazione.

I poliziotti della Squadra Mobile di Enna, partecipavano al complesso dispositivo dei servizi di prevenzione, impiegando numerose pattuglie, anche con auto civetta, che venivano dislocate lungo le arterie di accesso al capoluogo ennese, presso l’area commerciale di Dittaino e lungo  gli svincoli  autostradali  della A19 Palermo-Catania che interessano il territorio della provincia di Enna.

In tale contesto, i poliziotti effettuavano un posto di controllo all’uscita dello svincolo di Dittaino, ponendo a controllo di polizia un’autovettura che destava sospetto, condotta da Cristofero Dainotti, in compagnia di altri due soggetti.

Gli agenti effettuavano una perquisizione personale estesa anche al veicolo e all’interno del vano della ruota di scorta, rinvenivano un involucro con 30 grammi di cocaina. In seguito al rinvenimento, gli agenti della Squadra Mobile approfondivano le indagini estendendo la perquisizione anche presso l’abitazione di Valguanera del Dainotti, dove veniva rinvenuto anche un involucro contenente circa 50 grammi di hashish.

In relazione all’esito delle attività di polizia ed in seguito alle attività di repertazione operate dal personale della Polizia Scientifica di Enna, l’uomo veniva tratto in arresto e sottoposto al regime degli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: