La Regione vara un piano per la manutenzione di 70 strade siciliane, 8 milioni stanziati per l’ex provincia di Enna

Condividi l'articolo su:

La Regione Siciliana ha varato un piano da 102 milioni di euro per 70 interventi di manutenzione nelle strade provinciali. Interessato il territorio di tutti i liberi consorzi e città metropolitane dell’isola che daranno lavoro, secondo le previsioni dell’assessore Marco Falcone, ad un migliaio di persone.

Si tratta di interventi finanziati con risorse provenienti dal Patto per il Sud, grazie alla riprogrammazione e accordi di programma quadro. In alcuni casi i fondi saranno gestiti dalle ex Province, in altri direttamente dalla Regione.

Per la Città metropolitana di Palermo stanziati 17.2 milioni di euro per 11 interventi. Per la Città metropolitana di Catania previsti 8 interventi per 16,6 milioni di euro. Nella Città metropolitana di Messina verranno effettuati nove interventi per 17,2 milioni. Nove interventi anche per il Libero consorzio di Trapani, per un ammontare di 13,5 milioni di euro. Ad Agrigento 3,4 milioni di euro per quattro interventi. Dieci interventi nel territorio del Libero consorzio di Caltanissetta, per uno stanziamento di 6,5 milioni di euro. A Ragusa sei interventi con uno stanziamento da 5,2 milioni di euro. Nel Libero consorzio di Siracusa cinque interventi per 11,1 milioni di euro.

Per l’ex provincia di Enna stanziati 8,1 milioni di euro per otto interventi: 1,3 milioni dovrebbero essere utilizzati per riaprire la Sp 7b e realizzare un viadotto. Dovrebbero essere messe in sicurezza le provinciali 98 per 500 mila euro, la 7a per 350mila euro, la direttrice “Regalbuto-Catenanuova-A19” per 1,2 milioni di euro, la “Piazza Armerina-Mirabella Imbaccari-Provincia di Catania” per 1,6 milioni di euro, la direttrice “Nicosia-Altesina-Enna-A19” per 1,2 milioni di euro e la direttrice “Nissoria-Gagliano” per 850 mila euro, a Gagliano con un milione di euro dovrebbe essere realizzata una variante sulla provinciale 22.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *