L’amministrazione comunale di Nicosia ha approvato definitivamente il cambio di denominazione di 21 vie e piazze nicosiane

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 9 dicembre con una delibera di giunta, l’amministrazione comunale di Nicosia ha definitivamente approvato l’intitolazione toponomastica di alcune aree di circolazione, vie, larghi, viali, villette e piazzette, rettificando in parte le due delibere di giunta la 4/2019 e la 25/2019.

Si è portato a termine un lavoro iniziato nel gennaio 2016 con la nomina di Commissione Comunale per la Toponomastica per la denominazione di vie e piazze, che il 7 marzo 2019 aveva prodotto dei risultati proponendo il cambio o l’inserimento di alcuni toponimi, approvati poi con due delibere di giunta nel mese di gennaio del 2019.

In una successiva seduta del 28 marzo 2019 la Commissione Toponomastica aveva ritenuto di dover tornare sulle precedenti proposte di denominazione modificando e sospendendo alcuni toponimi già assegnati e avanzando nuove proposte di intitolazione; l’8 maggio 2019 la Commissione ha approvato ulteriori proposte di denominazione toponomastica che il sindaco ed il presidente della Commissione hanno accolto. Poi con la situazione epidemiologica del Covid19, la Commissione non si è più riunita per cui le proposte di intitolazioni sospese non hanno avuto corso. Nel frattempo, data la scadenza del mandato sindacale la Commissione Toponomastica è risultata decaduta.

I nuovi 21 toponimi approvati dall’amministrazione comunale di Nicosia sono i seguenti: spiazzo accanto al palazzo Valguarnera: “Largo palazzo Valguarnera”; villetta di piazza San Francesco di Paola a sinistra rispetto all’ex monastero (lato ex rifornimento Esso): “Villetta Alessio Lo Faro (già Colletta)”; villetta di piazza San Francesco di Paola a destra rispetto all’ex monastero (lato Yellow Green): “Villetta Sigismondo Castrogiovanni (già Colletta)” ; villetta in via Milana: “Villetta Angelo Barbato”; strada che si diparte dalla via San Giovanni a sinistra, prima traversa dopo l’Ospedale Civico salendo: “Via Nicola Orefice”; piazzetta nei pressi di piazza Garibaldi dove sorge il monumento a Ferdinand Pecora: “Piazzetta Ferdinand Pecora”; parcheggio sotto il largo San Francesco d’Assisi: “Largo Walter Leopold”; scalinata tra la via Vittorio Emanuele e la via Nisi: “Salita del Montetto”; parco urbano del castello: “Parco Urbano Idrisi”; strada comunale ex SP 20 dal parcheggio Pisciarotta all’incrocio con la “bretella”: “Via Porta Palermo”; strada che si innesta nella ex strada SP 20 fino al quartiere San Cataldo: “Via della Ferrovia”; strada che si innesta in via Marcello Capra nei pressi del bivio e che scende verso destra: “Via San Luca Casale”; ex strada provinciale Nicosia-Agira, tratto di competenza comunale, dal bivio San Michele alla contrada Torretta: “Viale Vincenzo Nisi”; strada fra la via Pio La Torre e la via San Simone ricadente nel Villaggio Primo Sole: “Via Giovanni Aceto Cattani”; strada che dal bivio Crociate attraversa la contrada Sant’Onofrio fino al rifornimento di carburanti: “Via Sant’Onofrio”; slargo in prossimità dei via Bonelli (a monte del Bar Diana): “Largo Antonino Stivala avvocato (1920-1998)”; strada che sale sulla destra di fronte alla cappella di San Pio nella frazione di Villadoro: “via Rosario Ciotta partigiano (1924-1945)”; spiazzo davanti la chiesa di San Biagio: “Piazzetta monsignor Salvatore Gioco”; villetta in via Nazionale di fronte al bar Tre Stelle: “Largo Donne vittime della violenza”; vicolo Sant’Agrippina: “Vicolo padre Santo Raspanti”; strada che si diparte dalla via Pietro Nenni fino alla via Pio La Torre: “Via fra’ Macario da Nicosia”.

La commissione ha deciso anche di rettificare 5 targhe toponomastiche: nell’attuale via Milana, verrà aggiunta la dicitura on “Monsignor Camillo Milana Vescovo di Nicosia (1851-1858)”; nell’attuale Cortile La Giglia, verrà modificata la dicitura in “Cortile Carmelo La Giglia”; nell’attuale via Belviso, verrà aggiunta la dicitura “Monsignor Gaetano Avarna dei Duchi di Belviso Vescovo di Nicosia (1818-1841)”; nell’attuale piazza Garibaldi, verrà aggiunta la dicitura “già Piazza San Nicolò del piano”; nell’attuale via Gaetano Giunta, verrà aggiunta la dicitura “Monsignor Gaetano Giunta Vescovo di Amida (1829-1849)”.

Infine, il Commissariato di Polizia presso l’ex Tribunale verrà intitolato a “Giovanni Puglisi agente della P.S. morto nelle Foibe”, previa richiesta e parere del commissario di P.S., del questore e del prefetto di Enna.

 

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it