Lavoro. Giarrizzo (M5S): “Abbinate due mie pdl al testo sullo smartworking per contrastare spopolamento nel sud Italia”

Condividi l'articolo su:

Dallo smartworking per contrastare il fenomeno dello spopolamento nei piccoli comuni del Sud Italia, a misure per incentivare il southworking: sono due le proposte di legge presentate dal vicepresidente della commissione Attività produttive alla Camera, Andrea Giarrizzo, abbinate al testo di legge sul lavoro agile a cui si sta lavorando, in queste ore, in commissione Lavoro, a Montecitorio. “Da mesi, ci stiamo impegnando su questo fronte, – afferma il parlamentare Giarrizzo – all’interno del progetto ‘Giovani, rilancio e sviluppo’, insieme alla collega Roberta Alaimo. Adesso, siamo molto soddisfatti che le due Pdl siano state abbinate al testo in lavorazione alla Camera. Passo dopo passo, queste importanti proposte stanno diventando realtà”.

Il potenziamento del lavoro agile in tutto il territorio nazionale, quale nuova modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa, anche al di fuori del contesto emergenziale, rappresenta un’opportunità per ripopolare città, borghi e piccoli centri del Mezzogiorno. Nel caso specifico, si tratta di rendere strutturale misure – spiegano Giarrizzo e Alaimo – che agevolino la permanenza di quei lavoratori assunti al Nord Italia, ma che hanno residenza al Sud e desiderano tornare sul proprio territorio e lavorare da remoto, in regioni come la Sicilia”.

Smartworking e southworking, nel dettaglio, rappresentano una grande occasione, sia per dare respiro all’economia del Mezzogiorno, sia per aumentare la coesione territoriale tra le varie regioni d’Italia, riducendo, almeno in parte, il problema della disoccupazione al Sud e del divario in termini di sviluppo e opportunità fra regioni settentrionali e meridionali” – concludono Giarrizzo e Alaimo.

 


Condividi l'articolo su: