Le rivelazioni del Coronavirus: in Italia gli over 65 più tecnologici del mondo

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’emergenza Coronavirus ha lasciato in eredità una interessante rivelazione: gli over-65 italiani, durante la pandemia, hanno stravolto le loro abitudini. Anche e soprattutto abitudini di tecnologia, al punto che si potrebbe parlare di un amore scoppiato ai tempi del Covid-19, per parafrasare Gabriel Garcia Marquez. Un fatto che ha sorpreso molti riguardo ai maggiori di 65 anni e i loro rapporti con le tecnologie. Della serie, non si smette mai di evolversi (e di migliorarsi).

L’Italia, stando ai dati Ansa pubblicati lo scorso anno, è il paese in Europa che ha più persone di 65 anni ed oltre: si parla precisamente del 22,8% della popolazione. Col Coronavirus allo sbaraglio, alcune ricerche hanno fatto luce sul rapporto tra “senior” e tecnologie, sulle finalità e le modalità di fruizione. Dal mantenimento dei contatti a distanza all’usufruire delle informazioni all’uso dei social.

Le statistiche parlano in maniera chiara, inequivocabile. Gli over 60, in Italia, hanno uno smartphone nel 93% dei casi; il 75% di essi quotidianamente sfrutta la connessione ad internet e il 76% ritiene indispensabile il proprio cellulare, usato insistentemente ad inizio e fine giornata, precisamente alle otto di mattina e alle otto di sera.

Nel mondo, stavolta, l’Italia è primatista per la diffusione di smartphone tra la popolazione anziana: nel 90% dei casi, pensate un po’. Seguono, in questa classifica, Australia e Germania, ma nettamente distaccate al 71%. La Francia e gli USA inseguono, rispettivamente al 68 e al 67%. Una recente analisi di mercato, elaborata dal colosso del gioco online Leovegas, ha analizzato come vi sia, scendendo con l’età, una differenza nella fruizione degli smartphone. Per esempio è emerso che chi ha più di 55 anni utilizza, nel 78% dei casi, la tecnologia per migliorare la propria vita; l’83% del campione invece per realizzare cose che prima non riusciva a fare. Una fetta invece, equivalente al 35%, utilizza le tecnologie per un miglioramento della propria salute.

Ovviamente, tra i motivi dell’utilizzo continuo degli smartphone, occupa centralità la questione dell’informazione, ormai digitalizzata anche tra i “senior”. La televisione stradomina il confronto, per ora vinto col 96% delle preferenze, ma Internet avanza senza sosta al 42%, con gli smartphone appaiati al 38%. Quotidiani, periodici e settimanali tengono botta, per quel che possono, sopra il 50%, segno che ormai il mondo della stampa tutto sta vivendo inevitabili trasformazioni che saranno sempre più evidenti.

Se si volessero indagare tre argomenti, tra i più ricercati, come politica, sport e meteo, emerge un dato ancor più inequivocabile. Per la prima categoria vince Repubblica.it, scelto da 184 milioni di utenti e presente ovunque, con ben 4 app su Google Play. Nell’ambito sportivo vince la Gazzetta dello Sport, con una app da 100 milioni di utenti. Ultimo ilMeteo.it, con 10 milioni di download per la sua app.

Tra le app domina WhatsApp, capace di registrare 32 milioni di utenti in Italia, il 54% del totale della popolazione. Facebook raggiunge un ottimo score, con 23 milioni di utenti attivi e Skype, durante il lockdown, ha visto connettersi sulla piattaforma 40 milioni di utenti. Tra le abitudini “sane” vincono anche le app per lo streaming video: Youtube ha 27 milioni di utenti, RayPlay e Mediaset Play sei milioni circa. Dulcis in fundo, ma non per importanza, divertimento e intrattenimento: i giochi hanno assoluta importanza. Gli over 50 spendono, in media, almeno 5 ore settimanali a giocare online. Tra i senior, il 44% del campione si diverte a giocare ai videogame. Candy Crush, Sudoku e Casino Games come le slot machine gratis sono quelli più ricercati.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: