Legambiente scrive al Comune di Agira per ottenere un rendiconto sulla raccolta differenziata 2020-2021

Condividi l'articolo su:

Mariano Mazzocca, presidente di Legambiente Protezione Civile di Agira, ha scritto ai rappresentanti istituzionali del Comune di Agira per ottenere un rendiconto dei risultati raggiunti durante l’anno 2020/2021 (possibilmente per mensilità) sulla raccolta differenziata comunale.

Nel Comune di Agira, ormai è da diversi anni, viene attuata la raccolta differenziata, la Regione siciliana, con apposito decreto, in esecuzione di una specifica normativa per l’anno 2021, ha approvato l’elenco dei comuni siciliani che durante l’anno 2020 hanno superato la soglia del 65% della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, erogando loro un contributo straordinario sotto forma di premialità per il risultato raggiunto. Tra i 167 comuni siciliani premiati non figura il Comune di Agira.

“Considerato che spesso si parla di rispetto dell’ambiente, di riduzione della tasse, – scrive Mazzocca –  dobbiamo constatare che il servizio che avrebbe dovuto superare la soglia del 65 per cento della raccolta differenziata e ridurre la tassa per i cittadini, non è stato raggiunto ed attuato”.

A tal fine si consiglia di fare una seria analisi sui motivi per i quali non è stata raggiunta la percentuale minima del 65 per cento di differenziata, nonostante l’adesione matura e generalizzata dei cittadini al nuovo sistema di raccolta”. Conclude nella sua nota il presidente di Legambiente Agira.

 


Condividi l'articolo su: