Leonforte, il 18 ottobre assemblea della Fiadel su problematiche del comparto dell’igiene ambientale

Condividi l'articolo su:

ARTICOLO PUBBLICATO IL 17 Ottobre 2021

E’ stata indetta dal segretario territoriale della Fiadel di Enna Salvatore Sauro un’assemblea di tutti i lavoratori del comparto dell’igiene ambientale di Leonforte per lunedì dalle ore 10 alle 12 per discutere delle problematiche sotto il versante delle retribuzioni che riguardano i lavori del cantiere di Leonforte.

Non è da escludersi in caso di mancata risoluzione della problematica l’indizione di uno sciopero del personale, anche se il sindacato tiene a precisare che verranno mantenuti i servizi minimi previsti dal contratto di lavoro.

Nei giorni scorsi si è svolto un incontro, con i rappresentanti sindacali della Fiadel Sauro e Monzù e della Uil con Filippo Manuella presso la “Progitec S.r.l ” società che gestisce il servizio della raccolta dei rifiuti a Leonforte durante l’incontro è stato evidenziato la necessità di tutelare i lavoratori e contestato riduzioni o tagli economici del costo del lavoro.

All’incontro che ha visto  assente il Comune di Leonforte, hanno partecipato i vertici dell’azienda i quali hanno fatto emergere l‘impossibilità da parte della società di coprire i servizi e i costi del personale se non vi è la certezza sulla copertura finanziaria da parte del Comune di Leonforte.

L’ente  in un accordo tra le parti si era impegnato a riconoscere alla “Progitec” le differenze retributive tra quanto disposto nella gara e la consistenza di fatto del cantiere in merito al personale, ma attualmente la copertura non è garantita.

La “Progitec” dovrebbe anticipare fino al 31 dicembre circo 300 mila euro di cui 210 circa per il costo del personale.  L’azienda si è impegnata a non interrompere un servizio di pubblica utilità, ma è costretta a interrompere alcuni servizi accessori.

E’ nostro compito – ha dichiarato Salvatore Sauro  – tutelare i lavoratori, i quali non possono fare le spese di alcuni intoppi amministrativi, mi auguro l’assunzione di responsabilità da parte di tutti, per risolvere quanto prima la questione e dare serenità a tutte le maestranze garantendo  un servizio importante per la collettività.”

 


Condividi l'articolo su:

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.