Leonforte, nota dei consiglieri comunali di minoranza sulle problematiche dell’ospedale

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ARTICOLO PUBBLICATO IL 28 Giugno 2021

Dopo aver faticosamente pressato il sindaco per 3 lunghissimi anni, di assumere iniziative più forti e più incisive a salvaguardia del nostro Ospedale, finalmente pare essersi destato”. Affermano in una nota i sette consiglieri di minoranza Leonforte, Barbera, Ferragosto, Muratore, D’Accorso, Mangione e Siragusa.

Dopo aver ammesso lui stesso il depauperamento in cui versa l’Ospedale, siamo felici di apprendere che abbia abbandonato le azioni burocratiche inutilmente portate avanti finora, per intraprendere finalmente la via delle proteste popolari e plateali, che invece aveva snobbato fino all’intervista rilasciata col video di circa 10 giorni fa.

Peccato però che questa presa di coscienza arrivi solo dopo aver perso del tutto nell’ultimo anno la Chirurgia, la Riabilitazione, vi sono carenze gravi in Radiologia e nel Pronto Soccorso, anche queste ammesse pubblicamente.

L’ospedale è interesse di tutti senza distinzione di colori politici o di ideali, anche se purtroppo l’amministrazione continua suo malgrado ad agire in solitario, dando l’impressione che l’obiettivo più importante è quello di voler riaccaparrarsi i consensi ormai perduti”.

L’opposizione è a favore di tutte le azioni a sostegno dell’Ospedale purché siano sincere e concrete intraprese per il bene dei cittadini.

Per ciò rimarrà alta l’attenzione verso eventuali speculazioni politiche ed elettorali.

Il sindaco aveva ed ha la responsabilità di rivendicare nelle sedi appropriate al cospetto degli organi istituzionali regionali, il mantenimento dell’urgenza ed emergenza del F.B.C. di Leonforte pretendendone l’immediata funzionalizzazione.

La diatriba mediatica a cui stiamo assistendo in questi giorni con le dichiarazioni del sindaco e di qualche altro amministratore, che vengono allo stesso modo contraddette dai vertici dell’Asp di Enna, sono avvilenti ed appaiono come una sceneggiata. Il botta e risposta sui social o sulle testate giornalistiche, serve solo a salvare le apparenze senza alcun risultato.

L’appello su Facebook fatto dal sindaco al Presidente Musumeci, anziché usare i canali ufficiali ed istituzionali, sembra un chiaro segnale demagogico per offuscare la problematica alla vista dei cittadini, che per qualcuno rappresentano solo degli elettori.

Insomma si ha il timore che per l’ennesima volta si tratti di tanto parlare ma niente di concreto!!!

Visto che a nulla sono valse le sue ordinanze fatte ai vertici aziendali dell’Asp, adesso che faccia azioni concrete e forti a Palermo.

Dato che vanta buoni rapporti politici col governo regionale, anziché organizzare passerelle di deputati qui a Leonforte, vada fisicamente dal presidente Musumeci senza piatire, ma a fronte alta e con l’autorevolezza che gli compete per legge, per reclamare con forza quanto ci è stato ingiustamente tolto da questa direzione dell’Asp.

Se il Sindaco non fosse ascoltato in tempi celeri, dovrebbe dimettersi dalla carica nell’esecutivo regionale di Fratelli d’Italia e da rappresentante provinciale del suo partito. Solo così potrebbe acquistare credibilità nelle azioni intraprese a tutela dell’ospedale.

Se è necessario andiamoci ad incatenare a Palermo come hanno avuto il coraggio di fare i Sindaci del passato.

Si dimostri un vero duro della politica all’altezza della situazione e saremo ben lieti di sostenerla e supportarla.

Non pensi a ricostituire la sua immagine ma a garantire il diritto alla vita dei leonfortesi e del circondario.

Fuggire dal confronto in consiglio comunale per nascondere la realtà, non è servito a risolvere i problemi dell’ospedale, ma al contrario li ha acuiti ancor più e i cittadini sono ben consci che l’ospedale non funziona ed è diventato ogni giorno più pericoloso per i pazienti e i sanitari.

Il presidio in ospedale fatto oggi equivale al detto ” prima hanno rubato Sant’Agata e poi hanno messo i cancelli di ferro”, speriamo che non diventi un’altra sceneggiata ma che sia il preludio di azioni tangibili.

Guardiamo positivamente all’azione che sta portando avanti ma renda i Leonfortesi orgogliosi di lottare a difesa dell’ospedale di Leonforte, dia prova di voler condurre veramente questa battaglia a Palermo riuscendo a tornare vittorioso”. Concludono la loro nota i consiglieri comunali di minoranza di Leonforte.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.