“Ma cosa c’è da ridere?”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



POLITICA





Fase 2, l'ira di Salvini in Aula: Ma cosa c'è da ridere?


Bagarre in Senato durante l’intervento di Matteo Salvini, dopo l’informativa del premier Giuseppe Conte sulla fase due dell’emergenza Covid-19. ”Ma cosa c’è da ridere?”, ripete più volte il leader della Lega che vien interrotto da brusii, grida e proteste di M5S-Pd. ”Non rida, porti rispetto per chi a casa non ha una lira, non è pagato per ridere, chiedo rispetto non per me ma per i 30mila morti e per chi non ha i soldi per vivere”, grida il ‘Capitano’. ”Non mi stupisce che chi ha ironizzato sulla sanità lombarda continui a ridere”, insiste il numero uno di via Bellerio, riferendosi agli attacchi del deputato 5S Riccardo Riccardi contro la sanità lombarda che hanno provocato l’immediata levata di scudi dei leghisti e del centrodestra, durante il dibattito nell’Aula di Montecitorio.


”State usando il virus per la più grande sanatoria di immigrati clandestini…” attacca il leader della Lega. “Chi paga la Cig? – chiede poi Salvini – Caro presidente del Consiglio su questo vogliamo delle risposte… La piccola Svizzera ha già erogato 40 miliardi di franchi compilando un foglio. Da noi sono andati anche 5 volte in banche e non hanno ottenuto un euro. Se lei Conte si affida al buon cuore delle banche, allora siamo su un altro pianeta…”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.




[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: