Mistretta, dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose si insediano i commissari prefettizi

Condividi l'articolo su:

Nella mattinata del 28 marzo si sono insediati presso il Comune di Mistretta i commissari prefettizi nominati dal prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi.

La nomina è giunta dopo la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 26 marzo che ha disposto lo scioglimento per infiltrazioni mafiose del consiglio comunale, ai sensi dell’articolo 143 del decreto legislativo 267/2000.

Il provvedimento prefettizio dispone la sospensione del sindaco, della giunta e del consiglio comunale di Mistretta in attesa che venga emesso il Decreto del Presidente della Repubblica con cui sarà formalizzato lo scioglimento del civico consesso amastratino.

La provvisoria gestione dell’Ente comunale è stata affidata al viceprefetto, Antonino Oddo, al viceprefetto aggiunto, Santo Lapunzina e al funzionario, Claudia Poletti, a cui sono stati attribuiti i poteri spettanti agli organi della disciolta amministrazione di Mistretta.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *